sabato 14 luglio 2007

La polvere dei sogni - Andrè Brink


Andrè Brink - La polvere dei sogni
1996 - Feltrinelli

[...] "Spero solo che avremo abbastanza tempo. Ci sono tante cose da raccontare. Tutte le storie. Una ad una. Tutta la Storia."
"Le storie o la Storia?"
"Non fa molta differenza, no? Da piccola pensavo che fossero storie, ma in un modo o in un altro finiscono tutte nel grande quadro." [...]


Il Sudafrica delle prime elezioni libere, il ritorno dall'esilio, il passato che ritorna "arto mutilato che un giorno avrebbe ricominciato a dolere".
L'attualità di un sogno che si avvera con le sue contraddizioni si alterna a racconti familiari e leggende antiche, fatte della polvere dei sogni delle donne di ogni generazione.
Ma "sotto ogni cosa è in agguato un ombra" e la violenza non arriva dalla direzione prevista.

3 commenti:

adina ha detto...

sembra molto interessante.. a te è piaciuto? si legge bene? magari lo prendo per le mie vacanze...

stelladisale ha detto...

a me è piaciuto molto (beh se ci ho fatto un post è perchè è uno dei miei libri preferiti), è scritto bene e si legge bene, sono quei libri che fanno anche un po' pensare ma che non sono pesanti per niente, dove c'è un po' di tutto, storie personali, familiari, sociali, mischiate insieme, descrive un mondo che forse si conosce poco, quello del sudafrica, è anche un libro in un certo senso femminista, o comunque femminile come punto di vista, nonostante sia stato scritto da un uomo...

adina ha detto...

interessante.. un po' femminista lo sono pure io, quindi mi sa che... :-) grazie!