lunedì 15 giugno 2009

Filoni semintegrali coi semi di girasole


Ancora pane, non so se si è capito ma quando comincio con un argomento tendo a diventare monotona, poi mi passa però e passo ad altro.
Questi filoni li ho fatti sempre col metodo dell'impasto morbido impastato pochissimo, sono semintegrali e non ho neppure fatto una lievitazione lunga.
Sono lievitati benissimo lo stesso, morbidi all'interno e con la crosta friabile ma non croccante o dura e abbastanza sottile, come piace a me, per intenderci non sono tipo ciabatta che spacca i denti.

200 gr di pasta madre rinfrescata qualche ora prima
400 gr farina 0 (alce nero bio, secondo me meglio della manitoba ma son gusti)
200 gr farina integrale sempre bio
100 gr semi di girasole
4 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di malto di grano
1 cucchiaino di sale


Ho sciolto la pasta madre in 250 ml di acqua tiepida e ho aggiunto il malto.
Ho setacciato le farine (lo faccio sempre) e ho impastato tutti gli ingredienti aggiungendo altra acqua tiepida e per ultimo il sale. Deve risultare un impasto appiccicoso, difficile da manipolare, molle.
Ho impastato meno di 1 minuto facendo un movimento rotatorio, nella marmittona di ceramica, perchè sul legno si attacca. Poi l'ho lasciato lì a lievitare, non ho fatto neppure le pieghe perchè se non si aggiunge farina non ci si riesce. Volevo fare una lievitazione lunga e lasciarlo tutta notte ma c'era troppo caldo, quando ho visto che era raddoppiato l'ho diviso in due filoni, aiutandomi con la farina ho fatto la forma allungata e ho piegato due volte per il lungo verso l'interno, ho capovolto lasciando le pieghe verso il basso e ho messo sul tappetino di silicone che uso sempre per il pane ancora un'oretta, forse due non ricordo, coperto con uno strofinaccio.
Nel frattempo ho portato il forno a temperatura (come sempre col mio forno 180 gradi) e ho infornato 40 minuti.
L'ho tolto e l'ho avvolto in un paio di strofinacci a raffreddare lentamente. Dopo qualche ora (in piena notte) non ho resistito e l'ho assaggiato ancora tiepido :-) Buono.

Rispetto a quando ho iniziato a fare il pane con la pasta madre ho aumentato molto la quantità di farina, la pasta madre è sempre 200 gr circa ma adesso che ha 2 anni ed è bella arzilla reagisce in modo molto diverso rispetto a quando era nuova, diciamo che adesso comincio a fidarmi :-) Se volete un consiglio non fate pasta madre nuova, ci mette mesi prima di diventare davvero attiva e stabile, fate prima a farvela dare da qualcuno, se volete la mia mandatemi una e-mail che ve la spedisco. Se ce l'avete già fate di tutto perchè non vi muoia (congelatela, mandatela in vacanza da qualcuno che ve la rinfreschi, quando vedete che è un po' addormentata invece di buttarla rinfrescatela un po', insomma insistete anche se al momento non vi va di fare il pane, non ha bisogno poi di tutte 'ste cure, basta toglierla una volta alla settimana, buttarne via metà, rinfrescare l'altra metà, tutto qui, 5 minuti non di più.

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

27 commenti:

Gio ha detto...

Adoro il pane con i semini! Complimenti per l'ottima riuscita delle tue ricette (e delle foto, poi :D) - sarà un'unione di ottima pasta madre e della tua capacità. Io continuo a provare a far crescere i miei lieviti

Federica ha detto...

Mi piacciono tantissimo tutte queste ricette di pane che posti!!!! segno segno !!
bravissima
Ciaoooooooooo

Nirvana77 ha detto...

ciaooo!! Anch'io ieri ho fatto il pane a impasto morbido coi smei di girasole...però non avevo la farina integrale e ho usato quella di segale.. buono :o)
Baci e buona settimana!!

Fedra

ps sabato ho scoperto che imparo di più a leggere il tuo blog che dallo chef del corso di dolci naturali... :o)

Daphne ha detto...

AAAAAAaaaAAA!patta madreee! siiii..io vogliooo! tu spedire patta madre? :O cosa vedo qui poi! che buono questo pane!io adoro pane co semini :O ..
emmh..sono impazzita O_o
colpa della patta madre :| ..io voglio pezzetto..come si fa? ^_^

stelladisale ha detto...

grazie, gio
grazie, federica,

fedra, oddio non lo so se è una bella notizia :-) non ti sei trovata bene? racconta dai

daphne, mandami una e-mail, è nel profilo :-)

Claudia ha detto...

da circa due anni leggo le tue pagine, e ho apprezzato la tua precisione e meticolosità nell'affrontare qualunque argomento. Io imparo, seguo i consigli (anche se ancora non ho fatto la pasta madre) e appunto nella mia memoria o semplicemente nei miei quaderni :)
le tue sono raccolte personali che io non mi lascio scappare
*
Cla

marcella ha detto...

Ma... ma... ma non si fa così!!!!!!!!
Che spettacolo di pane!
La mia pasta madre ha prodotto un pane, ma poco alveolato e un po' acido.
L'ho rinfrescata, l'ho messa nel frigo, è cresciuta un po', ma sembra addormentata... mi sa che ha bisogno altri rinfreschi!
Concordo con te con la alce nero bio in confronto alla manitoba, anche se la manitoba del mulino rosso non è male!

Sto facendo la marmellata con le more di gelso, raccolte ieri in un campo abbandonato! Ti ho pensato, mentre ero lì!!!

stelladisale ha detto...

cla, grazie! :-)
anche io leggo sempre il tuo blog, praticamente da quando è nato e sei bravissima, per cui sono onoratissssima :-)
baci

marcella, mi sa che dorme ancora un po'...
la manitoba prima di tutto non la trovo in giro (non bio) e la devo comprare in internet, poi costa parecchio, e già sono due motivi per cui mi è antipatica :-)
poi c'è il discorso del sapore, se uso solo manitoba il pane mi sembra che sappia poco di pane "vero" e più di pane "comnprato", infatti la mischio con la farina integrale per dare più sapore, e la consistenza si, è più alveolata essendoci più glutine ma tende ad essere per i miei gusti fin troppo "spugnosa" e "gommosa" il giorno dopo, parole che sono eccessive ma che magari rendono l'idea... preferisco usarla solo in aggiunta ad altre farine di qualità, magari integrali, per rinforzare la lievitazione...
è vero ormai è tempo di more! :-)

CorradoT ha detto...

Splendido pane e preziosi consigli!
Grazie, 2 volte :-)

manu e silvia ha detto...

Ciao! il nostro problema è non poter/saper fare la pasta amdre...sembr aproprio meglio di quello del panettiere!!!
sei davvero molto brava!
un baicone

Fra ha detto...

Anche io sto prendendo piano piano confidenza con il blobbino...ho avuto un momento di panico quando con il caldo ha assunto una consistenza più fluida e ad avere la tendenza a lievitare moooolto in fretta, ma adesso siamo tornate amiche ;D
Bellissimi questi filoni
Un bacione
fra

Daphne ha detto...

Io lho infornato O_o sono sicura che andremo n'altra volta a buttare tutto.. argh..batta dopo quetta :| poveri pure i semetti a buttare O_o
^_^ che caldo

marcella ha detto...

La manitoba bio la trovo al naturasì.
Il discorso di tutto manitoba mi trova perfettamente d'accordo: sembra di mangiare gomma!
Io la uso in aggiunta all'integrale, ma se ne può fare anche a meno, se si trova, e noi l'abbiamo trovata ;-), farina di buona qualità!
P.S. anche la farina 0 di tibiona è buona!
P.P.S. secondo te devo continuare con i rinfreschi?

Saretta ha detto...

Ora lo potrò provare anch'io questo apne stratosferico!!!!Speriamo la madre mi dia ascolto!!!
Bacini

stelladisale ha detto...

grazie a te, corrado :-)

manu e silvia, non so dipende dal panettiere :-) però se lo fai tu è sempre più buono, se non altro per la soddisfazione...

fra, si, bisogna un po' improvvisare, sono talmente tanti i fattori che incidono sulla lievitazione... guarda io l'avrei uccisa quando un anno e mezzo fa mi è andata in coma senza motivo, però adesso si comporta bene :-)
baci

stelladisale ha detto...

daphne, si, infatti è un peccato sprecare semini e farine buone...

marcella, nel mio di naturasi non c'è... si, secondo me devi insistere coi rinfreschi finchè non si riprende

Giò ha detto...

stai sformado pani meravigliosi e io ho un debole per i semini!!!

stelladisale ha detto...

saretta, ciao, ci siamo incrociate :-)

giò, grazie

Dolcienonsolo ha detto...

E' da tanto che non preparo il pane in casa...questa tua ricetta mi piace molto!

stefi ha detto...

Io adoro tutti i tipi di pane, ne posso avere una fettina!!!!!
Questo mi sembra meraviglioso!!!!!

marcella ha detto...

Ok, allora vado, rinfresco, e torno!

LaGolosastra ha detto...

ecco, io sono una di quelle assassine che l'anno scorso l'ha lasciata morire. Però sono quasi mezza giustificata...

In questi giorni stavo meditando di prepararla di nuovo e... la tua proposta mi tenta un bel po'. Sempre che tu non sia stata invasa dalle richieste, non vorrei certo "toglierti il pane di bocca"!

stelladisale ha detto...

dolcienonsolo,
stefi,
grazie

cri, dai, mandami l'indirizzo in email :-)

anna ha detto...

Che belli!!
Effettivamente il pane con una buona idratazione resta croccante ma non duro.
Quanti bei buchini in questi filoni!!
Baci!

Elena ha detto...

sono sempre in cerca di ricette con pasta madre, in questo periodo panifico spesso....questa me la segno!!Baci

Maurina ha detto...

Quanto buon pane che hai postato! vedo che accendere il forno non spaventa neanche te ... anch'io non riesco a rinunciare al pane fatto in casa ... neanche con 40°all'ombra

stelladisale ha detto...

anna, si, è vero, e gli impasti morbidi danno un sacco di soddisfazione :-)

elena, grazie, baci

maurina, io non solo faccio il pane anche se fa caldo, ma mi mangio pure il minestrone :-)