lunedì 20 aprile 2009

Riso integrale pesto di piantaggine e asparagi


Devo imparare a non riempirlo il cestino! Mi sono ritrovata con un mucchio di piantaggine e un mucchio di ortica, oltre ai fiori di tarassaco del post precedente.
La piantaggine mi piace molto, le foglie più tenere sono buone crude, quelle più grandi vanno bene per qualunque cosa, ripieni di torte salate, ravioli, minestre, non è amara.

Prima di tutto l'ho scottata, poi ho deciso cosa farne.
Un po' l'ho tritata e ci ho aggiunto un bel po' di mandorle tritate di quelle con la pellicina, e olio evo. L'accostamento mi è piaciuto molto!
Ho usato questo pesto per il riso integrale che vedete nella foto. E' cotto (come al solito facendogli assorbire tutta l'acqua) con la parte dura degli asparagi tagliata a rondelle, le foglie del cavolfiore tagliate a listerelle e alla fine condito col pesto. Tutto qui.
Era un po' dolce, ma non mi andava di ammazzarlo col sale, in realtà io tendo a cucinare sciapo, sempre. Tenetene conto.
Con la piantaggine ci ho fatto anche una focaccia ripiena e delle crepes vegane, che magari vi mostro nei prossimi post.

La piantaggine ha azione astringente ed antiemorragica, è cicatrizzante, purifica sangue, polmoni e stomaco, seda la tosse e tonifica. Si può usare come decotto anche per raucedine, tracheiti, laringiti, per febbri intermittenti e infiammazioni all'apparato digerente e urogenitale.
In impacchi per uso esterno si può usare per infiammazioni agli occhi, ulcere, piaghe, piccole ferite, punture di insetti, emorragia nasale.

I tre tipi più comuni sono la Plantago major, la Plantago lanceolata che è quella che ho raccolto io, qui un'altra immagine e la Plantago media.

Altre informazioni e immagini qui e qui.

18 commenti:

Carolina ha detto...

Uh... Io invece vorrei proprio riempirlo come fai tu il cestino... Che meraviglia, una bella passeggiata nella natura ed un cestino pieno di prodotti della natura...
Ottima la proposta!
È la prima volta che passo di qua... Complimenti! Mi piace proprio...
A presto e buon inizio di settimana!

Saretta ha detto...

Sabato prossimo vado anch'io a raccoglierla, visto che torno dai parents!!!
Ottimo come variante al riso che ho preparato la scorsa settimana;)
Ma la piantaggine sa di funghi vero?ù
bacioniiiii

marcella ha detto...

Invidiaaaaaaaa! (In senso buono, eh?)
La piantaggine non l'ho mai vista, o forse l'ho vista ma mai assaggiata, e mi piacerebbe provarla!
il tuo riso integrale è sempre meraviglioso, e questo è una buona idea per riciclare i gambi degli asparagi, che io genere si buttano!
E che dire del pesto? Mi fa un'acquolina...

Gio ha detto...

Che bravissima! La piantaggine finora non aveva per me niente in comune con la cucina ^^;

manu e silvia ha detto...

Queste piantine ci son nuove! non sappiamo neppure bene dove si trovano!però il risotto ci sembra riuscito proprio bene!
bravissima ed originale come sempre!
baci baci

stelladisale ha detto...

grazie carolina, no è che poi son tutte da pulire lavare ste erbette :-)

saretta, si, se ti concentri molto le foglioline piccole sanno di porcino al burro come dice cat :-)
speriamo ci sia il sole allora il prossimo we!

marcella, mi son portata dietro la foto per essere sicura e ho visto che ce n'è parecchia, dovrebbe essere facile trovarla...
non so quante volte l'ho buttata la parte più dura degli asparagi e invece...

gio, grazie ciao

manu e silvia, si trovano nei prati, se si comincia a guardarli con un occhio diverso :-)

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Non si finisce mai di imparare, mai sentita la piantaggine!
Più leggo delle tue erbe selvatiche e più mi convinco che quel corso di erbe selvatiche in piena campagna lo devo proprio frequentare. Chissà se trovo ancora posto.
Intanto vedo di trovare il nome tedesco di questa erba.
Baci
Alex

evelyne ha detto...

mi piace questa raccolta di erbe spontanee che stai facendo! (tant'è che ho segnalato al mio gas i tuoi post, cercando di stimolarli ad accogliere la proposta di organizzare qualche gita nei prati con qualcuno che se ne intenda!!) complimenti!!

LaGolosastra ha detto...

Stella, non sai quanto ti aiuterei a svuotare il tuo cestino!
Con tutti sti weekend odiosamente piovosi non riesco ad andare da mia sorella a caccia di erbettine. La piantaggine mi manca, la prossima volta la cerco grazie al tuo prezioso suggerimento!
Anch'io la parte più dura degli asparagi la uso per il risotto... slurp!
Aspetto le tue crepes vegane con l'acquolina in bocca!

LaGolosastra ha detto...

volevo aggiungere... ma lo sai che io da bambina intrecciavo dei minicestini con i gambi dei fiori della piantaggine? E ora scopro che avrei potuto papparmi le foglioline!

stelladisale ha detto...

alex, mi sto appassionando :-) lo farei anche io un corso... dai fallo che poi ci metti le foto nel blog :-)

evelyne, si, è una bella idea, soprattutto in questa stagione,
grazie :-)

la golosastra, mah le crepes non mi sono venute benissimo però le posto lo stesso, la focaccia invece era buona buona e non l'ho neppure impastata ;-)
i cestini ma dai, che brava :-)
bacioni

Baol ha detto...

Secondo me anche questa ricetta ti viene fantastica :)

Mariluna ha detto...

Ma com'é possibile!!!! non la conosco!!!! sono ignorante in questo campo, non credo di aver mai visto delle foglioline cosi'...somigliano alle foglie del mughetto :(. Ora anch'io mi metto a cercare il nome in francese...mha!!!sarà difficile trovarla!
Cmq un risottino cosi' mi piace da morire!!!

Riccardo ha detto...

Abbiamo visto il vostro blog e lo riteniamo di assoluta qualità. Ci piacerebbe inserirlo nel nostro progetto Ricette 2.0.
Se l'idea può interessarvi contattateci all'indirizzo info@ricette20.it oppure inviate la richiesta d'inserimento tramite il modulo alla pagina:
http://www.ricette20.it/cucina/collaborazioni.cfm

Chiediamo scusa per l'intrusione.
Riccardo
www.ricette20.it

Lo ha detto...

bellissimo raccolto per idee piacevoli...aspetto anche tutte le altre sperimentazioni! :)

cat ha detto...

evvai di erbazze Stella, dai che le assaggiamo tutte!
Come devi molto concentrarti per sentire il sapore dei porcini??? vuoi dire che c'ho la fantasia galoppante?
Alex, la Plantago si chiama Wegerich, Spitzwegerisch, Grosswegerisch...
golosastra anche la mia mamma fa i cestini con gli steli dei fiori della plantago, anzi Stella ti mando una foto per posta, così la puoi pubblicare!
ciao stella, 'sta cosa delle erbazze mi esalta ;O))), saluti golosi, cat

cat ha detto...

Mariluna: LE FOGLIE DEL MUGHETTO NO! sono molto velenose.
RAGAZZE/I RACCOGLIETE SOLO QUELLO CHE CONOSCETE, VI PREGO, LE VERDURE DEL NEGOZIO BIO, SONO ALTRETTANTO BUONE! saluti un po' preoccupati, cat

stelladisale ha detto...

baol, grazie ciao

mariluna, occhio al mughetto che cat si preoccupa :-)

lo, grazie :-)

cat, hai visto cos'hai scatenato? tutti in giro a cercare erbette adesso :-) non ptroccuparti che non lo raccogliamo il mughetto, grazie per le foto oggi le pubblico :-)