lunedì 10 settembre 2007

Muffin di more


Ogni tanto faccio anche io un dolce "normale", anche perchè da quando frequento assiduamente i blog di cucina vedo una quantità enorme di dolci di tutti i tipi, e alla fine qualche ricetta viene voglia di provarla.
Questa credo di averla presa dal blog la dolcetteria con piccole varianti.

250 gr. di ricotta
2 uova intere
200 gr. di zucchero di canna
180 gr. di farina di kamut
100 gr. di farina di mandorle
120 gr. circa di more
1 cucchiaino da caffè di bicarbonato
1 cucchiaino da caffè di cremor tartaro


Mescolare alle more intere un cucchiaio di zucchero e uno di farina.
Schiacchiare la ricotta con la forchetta e unire lo zucchero rimasto, le uova, la farina rimasta, le mandorle e il lievito. Per ultime le more.
Riempire gli stampini a 2/3 e cuocere in forno a 180 gradi per circa 20 minuti.

Alcune more avanzate le ho cotte pochi minuti con dello zucchero e usate per decorare.
Secondo i miei gusti la quantità di zucchero si può anche diminuire, soprattutto se si usa farina di kamut che è leggermente dolce. Bicarbonato e cremor tartaro possono essere sostituiti con del lievito per dolci, una bustina.

HAIKU: andar per boschi - tra i rovi celati - frutti del gelso

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

11 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Non ho mai fatto i muffin con la ricotta, da provare. Volevo farne simili anch'io, ma con l'aggiunta di un po' di rosmarino tritato che con le more è eccezionale.
Il cremor tartaro con cosa si può sostituire? Ciao, Alex

stelladisale ha detto...

ciao alex, è vero!, il rosmarino l'avevo visto nella tua marmellata di more, ma mi sono dimenticata di provare l'accostamento, che ho anche la pianta e non lo uso mai...
il cremor tartaro e il bicarbonato insieme sostituiscono il lievito normale per dolci quindi puoi benissimo usare quello, una bustina, io da quando ho visto questa cosa del cremor tartaro nel blog degli scribacchini faccio così, è più naturale, nel lievito chimico non ho ancora capito bene cosa ci mettono

max - la piccola casa ha detto...

Belli questi muffins!
per il livito chimico, probabilmente non dovrebbe essere molto differente dal cremor tartaro, il princio è quello, qualcosa che reagendo sviluppa CO2.
io spesso uso il vero lievito di birra,non quegli orridi dadi che chiamano cos'... io uso il lievito della mia birra, dopo una produzione di 25litri mi rimangono più di due chili di fondo che no è altro che lievito.

saretta ha detto...

ciao Stella!
Mmmm iniziare il lunedì in dolcezza..che volere di meglio?
Sicuramente tenterò la replica.
Un esperimento mio, tra i tanti dolciari, della scorsa sett(carenza d'affetto??) sono stati i muffin Yogurth&banana..senza burro ma così buoni!
Beh, buona settimana
Saretta

stelladisale ha detto...

ciao saretta! è vero anche con lo yogurt vengono buoni i muffin e il burro non è indispensabile, buona settimana anche a te

Max ciao,
avevo visto nel tuo blog che fai la birra, deve essere una gran bella soddisfazione, mai assagiata birra artigianale ma prima o poi la proverò, ho visto che c'è un posto a manerbio (bs) che ha vinto anche un premio... beh potresti venderlo tutto quel lievito di birra naturale, se non fosse che ho appena scoperto la pasta madre mi prenoterei :-D
riguardo al lievito non mi riferivo comunque al lievito di birra ma alle bustine di lievito per dolci e anche non per dolci credo, che sono dei mix di cose che non conosco e di cui non capisco l'utilità che magari saranno anche innocue, eh, ma non so...
per esempio, mica per essere pignoli, ma ultimamente mi appassiono alla lettura degli ingredienti, lievito pane degli angeli per dolci vanigliato:
difosfato disodico E450 (non risulta essere lievitante ma stabilizzante-addensante ma essendo il primo ingrediente è in percentuale maggiore non se ne capisce il motivo - tutti i fosfati e polifosfati sembra che sottraggano calcio all'organismo, che tendano a disattivare alcuni enzimi e che possano dare in dosi continue e massiccie problemi renali, nel dubbio io eviterei), carbonato acido di sodio E500 (agente lievitante, ok), amido di mais, sali di calcio degli acidi grassi E470a (emulsionante, possibile origine animale); aromi (dicitura che può comprendere, si sa, qualunque cosa, potrebbe essere vaniglia ma allora forse avrebbero scritto vaniglia).
Magari se ripassi di qui tu che sei un chimico ci sai dire di più. Questo è quello che ho trovato in internet.

stelladisale ha detto...

Se qualcuno non si fosse addormentato col commento precedente, c'è un p.s.:
l'E450 risulta addirittura negli additivi tossici qui: http://www.nova3.com/_serv/_utilita_curiosita/additivi-alimentari.htm
ciao ciao

Dolcetto ha detto...

Uau! Con le more devono essere squisiti, quest'anno non le ho proprio mai comprate... Grazie perche mi hai dato l'idea di fare anche i muffin con la farina di kamut, magari sabato ci provo...

stelladisale ha detto...

ciao dolcetto, la farina di kamut è buonissima davvero, e anche il latte di kamut,
le more nel prossimo post vi faccio vedere dove sono state raccolte :), ma sanno di poco perchè quest'anno il tempo non è stato un gran chè

MariCri ha detto...

che meraviglia! cercavo ricette di muffin e guarda cosa trovo: con le more! io le adooooro!!! grazie per l'idea e complimenti per la foto!un bacino

golosastro ha detto...

e io che con le more ho fatto soltanto 10 kg di marmellata (in parte... 83%frutta e fruttosio... per le persone diabetiche cui voglio bene)
saràche quest'agosto sono stato a casa... 3 giorni???
ehehhe ;-)

golosastro ha detto...

ah, ps: io invece ieri sera ho pensato a te, perchè mi sono ritrovato in mano il libro degli addittivi alimentari, alla ricerca di illuminazione su una sigla ;-)