martedì 4 settembre 2007

Germogli fatti in casa


Avevo provato in passato a fare i germogli con scarsi risultati, ho anche pensato di comprare un germogliatore, ma non sapevo quale e mi sembrava ingombrante.
Poi ho visto questi sacchettini nel sito essenzalimentare, ho anche guardato i siti che li vendono ma in fondo sono dei semplicissimi sacchettini di stoffa, a volte sintetici a volte di canapa, si fa prima a farli che a ordinarli in internet (oltretutto i siti che li vendono sono quasi tutti all'estero).
Questi sono di cotone e lino, si fanno in un attimo e sono comodissimi.

Il procedimento per fare i germogli è semplice, basta mettere a mollo nell'acqua i semi per una notte (avrebbero tempi diversi secondo il tipo di seme) e poi sciacquarli (sempre lasciandoli nel sacchettino). Si appendono in un posto comodo dove possano scolare, per esempio sotto il pensile sopra al lavandino, e un paio di volte al giorno si sciacquano, sempre senza toglierli dal sacchetto. Quando si vede che i germogli stanno facendo delle foglioline verdi sono pronti, si sciacquano, si tolgono le bucce se sono legumi e si conservano in frigo, sempre nel sacchettino, asciutto, per parecchi giorni.

Fin'ora ho provato:
• quelli di lenticchie che sono buonissimi soprattutto secondo me cotti un minuto a vapore, hanno un sapore come di mandorle e patate perlomeno così è sembrato a me,
• quelli di orzo mondo (l'orzo perlato non va bene, andrebbe bene anche l'orzo selvatico ma non l'ho trovato) che ho provato nel minestrone, cotti solo un paio di minuti,
• quelli di alfa alfa, crescione, fagioli vigna mungo, senape che si trovano in scatoline già misti, sono buonissimi crudi, io li ho messi nella piadina col feta,
• quelli di fagioli rossi che non mi sono riusciti e neppure quelli di ceci, ma credo che il problema non sia il sacchettino quanto i semi che devono essere naturali, bio, nè decorticati nè trattati.
E poi conta molto la temperatura e in quei giorni c'era freddo.
Adesso sto provando col grano di kamut e mi sembra stiano venendo bene.

Andrebbero mangiati freschi e crudi, ma io non sono una crudista (perfino la frutta mi piace di più leggermente cotta) e alcuni cuocendoli solo un minuto al vapore diventano più delicati e digeribili. Leggevo che comunque si consiglia di cuocere leggermente quelli di piselli, soia e ceci perchè tendono ad essere leggermente tossici.

30 commenti:

saretta ha detto...

ciao cara!
Altro spunto che seguirò..la via dei sacchetti è decisamente la migliore!
Buona giornata
saretta;)
PS:ieri ho fatto il baba ghannouj...mmmmm che bbbuono!!!

adina ha detto...

ma che belli! io non conoscevo proprio tutto questo procedimento per i germogli in casa! grazie mille! sei una fonte originalissima di idee.

Orchidea ha detto...

Ma che bello... ne avevo sentito parlare dei germogli fatti crescere in casa. Quali sono quelli che ti sono piaciuti di più?
Ciao.

stelladisale ha detto...

orchidea, ciao, a me sono piaciute tantissimo le lenticchie leggermente cotte al vapore, ma anche i semini misti crudi sono buonissimi

ciao adina, ciao saretta,
è stata una piacevole scoperta anche per me, proprio comodo semplice ed economico

Mimmi ha detto...

é forte l'idea del sacchetto, anche per motivi di spazio. Io ho una specie di torre forata a piú ripiani che, passata l'euforia del primo momento, ho "parcheggiato" nell'angolo piú remoto dello scaffale in cucina.
Un saluto, Mik

Viviana ha detto...

wow!!! i germogli che bbuoni!!! a me la mia insegnante di cucina giapponese aveva insegnato a farli nei barattoli di vetro... li avevo fatti con le lenticchie ed erano buonissimi!! mi da quanto tempo non li faccio!!! sto giro provo coi sacchetti! baciooooo

Morrigan ha detto...

O che bell'idea!
La stoffa che compro dal merciaio la lavo, la stiro e poi la cucio, giusto?
Un mix di cotone e lino, eh?
Quante cose si imparano!
Denghs! ^___^

stelladisale ha detto...

mik, ciao, infatti anche io è per quello che ero titubante sul germogliatore, di plastica o di cotto? di cotto costa parecchio, e poi grande o piccolo, e poi dove lo appoggio, che ingombra... invece sto sistema è comodissimo e se ne possono fare anche tantissimi, volendo

viviana, ciao, l'ho visto su internet quel sistema lì col barattolo ma non ho capito come funziona di preciso, ho provato col piatto tempo fa con risultati scarsi

morrigan, si, la lavi perchè magari c'è la colla, io (veramente l'opera di alta sartoria l'ha fatta mia mamma che io non son capace) ho provato prima con il "cencio della nonna" che è cotone leggero e c'è in tutti i negozi di lana perchè si usa per ricamare sui maglioni (va bene anche per fare il formaggio o filtrare lo yogurt ecc...), poi ho provato con del lino, che è un po' più grosso... non so, a me sembra che vadano bene tutti e due, si tratta di provare, se la tela è troppo leggera e c'è molto caldo tendono ad asciugare troppo velocemente, se la tela è troppo grossa magari rimangono troppo bagnati se non c'è caldo... quelli che vendono sui siti sono sintetici di un tessuto apposito antimuffa
ciao ciao

Alex e Mari ha detto...

Post davvero interessante! Qui in Germania i germogli vanno alla grande e li trovi già pronti nelle vaschette in tutti i supermercati. Il crescione è standard su tantissime insalate nei ristoranti. Hai mai provato la zuppa di crescione? Alex

stelladisale ha detto...

ciao alex, io qui ho sempre visto solo i germogli di soia nei super normali, al naturasi se ne trovano a volte anche altri tipi ma comunque il costo è alto, il crescione me lo ricordo a londra al pub al banco dei sandwich, credo fosse lui, ma qui non so se ho mai visto neppure i semi, se li vedo da qualche parte provo

stelladisale ha detto...

il crescione c'è in quel misto che ho preso nelle scatolina, che infatti è una marca tedesca che fa anche le spezie, mi sono accorta adesso, quello della quinta foto

Giovanna ha detto...

ciao stella di sale, anch'io ho intenzione di provare i germogli, quando dici sciacquare sempre dentro il sacchetto, intendi farci andare l'acqua dentro oppure sciaquare solo esternamente tanto l'acqua entra lo stesso perchè il sacchetto è di stoffa? forse la domanda è stupida ma io non ho capito...:) Grazie

stelladisale ha detto...

ciao giovanna, si io praticamente sciacquo il sacchetto sotto il rubinetto facendo entrare l'acqua da fuori, non cambia molto se si apre il sacchetto e si fa entrare l'acqua direttamente dentro credo, se durante la giornata vedo che si sta asciugando troppo lo spruzzo di acqua con lo spruzzino, comunque i miei sono tutti tentativi, credo che sia importante anche la qualità dell'acqua, e la temperatura dell'ambiente, in teoria ogni tipo di seme ha la sua temperatura ideale per germogliare e il suo ideale tempo d'ammollo ma in pratica si va a tentativi

Viviana ha detto...

Allora.. lei li sciacquava sotto l'acqua e poi senza asciugarli li metteva in un barattolo di vetro riempiendolo a tre quarti... poi lo teneva al buio oppure alla luce dipendentemente se voleva i germogli bianchi o verdi. comuqnue anche lei usava alternativamente la stoffa, mettendoli in un cannovaccio e legandoli allo sgocciolapiatti :D... beh, sì, è un mito!

max - la piccola casa ha detto...

che idea interessante non ci avevo mai pensato, bravissima!!! io avevo quasi intenzione di comprarmi la germogliera, ma son sempre stato frenato dalla paura che la fra me la buttasse giù dalla finestra... questa soluzione è l'ideale anche perché permette di preparare la quantià necessaria.

nei miei giri per il mondo, e per ristoranti, ho assaggiati tantissimi tipi di germogli, quelli di cipolla, di rapanello, di varie insalate... sono buonissimi!!

grazie per l'idea ancora!!!

marinella ha detto...

bellissimi i tuoi germogli, io il germogliatore ce l'ho, ma effettivamente prende un sacco di spazio, e io ne ho già poco poi c'è il problema di metterlo al buio prima e alla luce poi. Ho provato col barattolo ma è stata una strage, ma ho usato dei semi un po' vecchiotti, proverò anche il sistema del sacchetto, adeasso coinvolgo mia mamma nella produzione del contenitore. grazie baci

Arame ha detto...

belli i sacchetti!!! Io ho un germogliatore in ceramica, e trovo che sia fantastico veder nascere la vita ;)
Anch'io preferisco cuocere tutto, non è solo una questione di digeribilità, ma proprio di sapore!!! :D

stelladisale ha detto...

ciao a tutti, non sono l'unica gasata per sta cosa dei germogli! se qualcuno lo volesse comprare già fatto il sacchetto in italia si trova qui, e anche i semi, per il discorso della luce in effetti questo di canapa è meno trasparente dei miei ma vedo che anche il germogliatore c'è qualcuno che lo tiene alla luce, tipo "la cuoca petulante" quindi non so... è vero arame, cotti hanno un sapore completamente diverso, poi dipende dal tipo, la cosa importante è fare una cottura veloce

stelladisale ha detto...

mi sa che ho sbagliato a mettere il link, meglio scrivere l'indirizzo:
http://www.plurimix-point.it/pages/prodotti.cfm?cat=27

gr4ce ha detto...

Ciao mi chiamo Beppe, sei poi riuscita a far germogliare i ceci o i fagioli rossi? Per me con i ceci è una dannazione. Sto provando in diversi modi ma marciscono o non crescono a dovere. Se sei riuscita mi daresti qualche dritta?
Grazie

eleonora ha detto...

ciao, visto che siete così esperti sicuramente potrete aiutarmi.. ho fatto germogliare la soia azuki (quella verde)nel sacchetto di tela e adesso cosa mangio? tutto il germoglio compreso il fagiolo oppure stacco la "piantina" e il fagiolo lo cucino? grazie mille

stelladisale ha detto...

beppe no non ci sono riuscita, mi sembrava anche di aver risposto ma vedo che è sparito il commento

eleonora, mangia tutto insieme, fagiolo e germoglio, e magari spiega a beppe come sei riuscita a fare germogliare la soia verde visto che a me non riesce... gli azuki sono fagioli piccoli rossi, che non sono soia, anche se fanno molto bene
ciao

eleonora ha detto...

grazie mille! effettivamente mi sono sbagliata, la soia verde si chiama mung, non azuki! cmq stasera mangerò i miei germogli, anche se credo che li stuferò un minuto, perchè quel fagioletto crudo non mi piace mica tanto!! piuttosto, ho visto in giro che i germogli di soia ci mettono tre giorni a crescere, i miei ci hanno messo molto di più, almeno 6. sarà che il sacchetto che ho usato è quello grigio delle scarpe? grazie ancora a tutti

stelladisale ha detto...

si credo anche io che sia meglio cuocerli un minuto i legumi, io le lenticchie coi germogli le faccio un minuto al vapore, sono anche più buone... ciao buona giornata :-)

brii ha detto...

wow!
grazie per avermi segnalato questo post.
messo tra i preferiti..e domani faccio sacchettini!!
sono felice!
:)))
baciuss

Erborina ha detto...

grazie dell'idea. Ho comprato semi di crescione e non sapevo come fare... il germogliatore mi sembra carissimo!! (io l'ho trovato per 22 euro) e, sì, è molto imgombrante.
Proverò con un sacchettino così come dici tu.
Grazie ;)

Max ha detto...

Il germogliatore mi sembrava veramente caro! allora mi sono ingegnato e mi sono costruito dei telaietti ai quali ho fissato dei tovaglioli di cotone con delle vitine... metto il telaietto sotto l'acqua per risciacquare i semi i quali rimangono umidi per via del tovagliolo... crescono fighissimi! :-)

stelladisale ha detto...

erborina, max, come dicevo nei post più recenti io adesso non uso più neppure il sacchettino, soprattutto per quelli piccolini, uso semplicemente lo strofinaccio su un piatto da pizza, bella l'idea del telaietto!

fiOrdivanilla ha detto...

Ciao! ehm.. forse sono un po' in ritardo per chiedere info su questo post?:)
volevo provare a fare i germogli, poi di quale seme non ha importanza per la mia prima volta... ma temo di non aver capito alcune cose basilari.
allora, metto i semi in un sacchettino e li lascio così in ammollo per una notte (la tua prima foto è la fase dell'ammollo giusto?). La mattina dopo risciacquo più volte e appendo il sacchettino. Li risciacquo una volta il pomeriggio magari e una alla sera.. e li inumidisco con uno spruzzino se magari è diventato troppo asciutto il sacchettino.. ma ora qui: continuo questo procedimento fino a vedere che nascono le foglioline verdi dai germogli?
Poi allora li sciacquo di nuovo sempre dentro al sacchettino.. oppure posso rovesciarli in un colapasta e sciacquarli meglio così? Poi qualunque seme abbia usato, preferisco tglierlo ugualmente, perché i germogli mi piacciono così, da soli :) in ogni caso, li conservo così nel sacchettino fatto asciugare..
sbaglio qualcosa??

grazie :) i tuoi germogli comunque sono fantastici.. troppo belli! Ma dicevi, nell'ultimo commento... che ora lo fai con un semplice canovaccio? e come fai esattamente? stesso procedimento, scolando direttamente dal piatto da pizza l'acqua in eccesso?

grazie di nuovo e scusa tutte queste domande!!

stelladisale ha detto...

si tutto esatto, per la prima volta ti consiglio le lenticchie, non è necessario che siano quelle apposta per germogli, basta che siano bio e non decorticate...
lo strofinaccio lo uso per i semini piccoli che tendono a fare il gel, crescione per esempio, dopo averli lasciati a mollo li metto in uno strofinaccio bagnato piegato in due su un piatto (praticamente metà tra il piatto e i semi e metà sopra che li copre), quando tendono ad asciugare li innaffio un po', senza sciacquarli, e germogliano attaccandosi allo straccio come un prato... considera che si macchia molto, l'acqua in eccesso l'assorbono se non li bagni troppo, non c'è bisogno di scolarla,
ti consiglio di lasciarlo il seme perchè ha molta sostanza, al limite togli la pellicina ai semi grossi, le lenticchie per esempio... io faccio così,
ciao