lunedì 8 giugno 2009

Panini coi semini


Mi sono accorta che sono mesi che non posto del pane.
E' perchè lo faccio quasi sempre nel solito modo e qualcosa di simile l'avevo già postato, qui, più di un anno fa.

Con la pasta madre, semintegrale, all'olio e coi semini (sesamo o girasole).
Questo è il mio pane preferito. Morbido con la crosta friabile ma non dura.

La sera prima tolgo dal frigo la pasta madre e la rinfresco. Cioè aggiungo metà peso di acqua e lo stesso peso di farina (per il rinfresco uso sempre la stessa, la 0 dell'alce nero bio).
La lascio in forno spento tutta notte e la mattina dopo metà la rimetto in frigo e metà la uso (sono circa 200 gr).

Aggiungo alla pasta madre:

500 gr di farina (ultimamente faccio metà manitoba e metà integrale)
3 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino di malto di grano
1 cucchiaino di sale
una manciata di semi di girasole (o sesamo o lino)
acqua a temperatura ambiente finchè ne assorbe


Impasto una decina di minuti, né troppo duro né troppo morbido, faccio le pieghe del secondo tipo che ormai tutti sanno cosa sono comunque sono qui, e lascio a lievitare per mezza giornata più o meno.
Poi divido in 6/8 parti, do la forma, a volte a chiocciola come questo, a volte tipo biove, cioè facendo una pizzella schiacciata, arrotolandola, poi schiacciandola di nuovo e arrotolandola di nuovo, lo so, non si è capito, magari una volta faccio le foto, comunque con questo sistema viene bello sfogliato.
Cuocio sempre in forno caldo a 180 gradi, almeno 40 minuti, dipende dalla grandezza dei panini.

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

24 commenti:

Giò ha detto...

che bei panini, adoro i semini, li uso sempre per il pane.
ah, la foto è meravigliosa!!

manu e silvia ha detto...

Ciao! proprio bellissimo il tuo panino! in questi formati per uno e con queste belle forme...vanno via ancora meglio ;)
baci baci

CorradoT ha detto...

Non facciamo mai il pane, ma forse ci hai convinto a provare. Sembra ottimo. Scusa se chiedo, ma viene un po' biscottato? O no?

stelladisale ha detto...

giò, anche io, soprattutto il sesamo, grazie :-)

manu e silvia, ciao grazie

corrado, biscottato in che senso? sono panini all'olio, morbidi e con una crosta sottile friabile per via dell'olio, nell'altro post vedi anche l'interno...

CorradoT ha detto...

OK, OK. Mi pareva che fossero della consistenza dei ferraresi, ma visto l'altro post...
CIAO :-)

Saretta ha detto...

Meglio di quelli di una forneria Bio dalle parti dei miei!!!

Fra ha detto...

mi piacciono molto, provo a farli questo week-end
Un bacione
fra

stelladisale ha detto...

corrado, i ferraresi nel senso di crocette e simili? lì la croccantezza è data dalla formatura sottile delle punte delle crocette, può somigliare alle forme più cicciotte, tipo biove, che sono più morbide e con più mollica, la sfogliatura è simile, anche se l'impasto emiliano-romagnolo è diverso, credo più duro e meno oleoso, e c'è lo strutto di solito...

saretta, grazie, io sono anni che non compro il pane ma mi ricordo un posto di coccaglio che faceva il pane col lievito madre (non buonissimo per la verità)

fra, ormai sei più esperta di me :-) bacioni

michela ha detto...

Bellissimo!
Semplicemente.
ti assicuro che in panificio qui non li fanno così belli.

Mariù ha detto...

La pasta madre, questa sconosciuta.
Mi intimoriscono tutte le ricette che la prevedono, ma leggendo il vostro entusiasmo muoio dalla voglia di averne una anch'io e di iniziare a pasticciarci prima possibile.
Bel panozzo il tuo.

Lisa ha detto...

Anche io in attesa del coraggio per curare questa meraviglia di pasta madre..questo panino sembra splendido e più mi approccio a queste ricette più spero che qualcuno me laregali!!!!

marcella ha detto...

Che spettacolo di pane!!!!

Tsè, e mi dici che il tofu non ti viene? Per una che fa queste cose, è un gioco da ragazzi!

Quasi quasi vado a tirar fuori dal freezer la mia pasta madre... corrooooooo!

chiara ha detto...

Ciao,io non sono molto esperta di pane ma pero' sono cocciuta e ci tento sempre...mi potresti aiutare ha capire meglio cosa è il malto di grano!!e dove si trova..grazie
Chiara

stelladisale ha detto...

michela, grazie :-)

mariù, non è difficile da usare, e poi ci si affeziona...

marcella, ma poi tu cosa ne hai fatto dell'okara? ce l'hai ibernata? daaaai tirala fuori poverina :-)

chiara, il malto lo trovi al naturasi o negozi simili di cose bio o anche in alcuni super ben forniti, c'è di orzo, grano, riso, secondo i gusti, comunque non è indispensabile, aiuta la lievitazione ma puoi usare anche zucchero o miele se non lo trovi,
ciao

Saretta ha detto...

Sì proprio lì!(se è la stessa)..ma io tuo pane mi attrae decisamente di +.Ho assaggiato un loro di segale e mia mamma l'ha accantonato per un mio banalissimo integrale no knead bread...era di un acido che non si poteva mangiare quello!
bacione

stelladisale ha detto...

ah ecco, allora mi sa che è quello, io ho preso due pagnotte anni fa perchè avevo a cena una persona allergica al lievito di birra, erano così acide e con la crosta dura che mi sono messa in testa che fosse normale col lievito madre, e invece no! adesso so che non è così... vatti a fidare! e quelli sarebbero i professionisti, sembrava il pane che faceva la mia pasta madre appena nata...
bacioni

marcella ha detto...

L'okara, questa sconosciuta.
Allora, un po' l'avevo mangiata a mo' di polpette, se non ricordo male, ma non è che mi fosse piaciuta molto, così la restante ha preso il volo in pattumiera. Quando ho fatto il tofu con la maestra di macro, ha detto che l'okara non fa molto bene all'intestino, e che si può usare in dosi minime mischiata ad altro; lei in genere la butta. Se però conosci qualcuno che ha la campagna, per galline e mucche va bene!
Per la madre scongelata: meglio fare qualche rinfresco, vero?
Ah, dimenticavo: sister in farinaalcenerobio0!!!

spighetta ha detto...

Che belli questi panini mi sembra di sentire il profumo....Peccato che ho ancora il forno rotto :(

stelladisale ha detto...

ah ecco la butta anche lei, ok, del resto non ha l'aria molto commestibile... vabeh una volta ci riprovo, del resto è passato tanto tempo... al naturasi c'è anche il nigari, io avevo usato il succo di limone e non è la stessa cosa...
non l'ho mai scongelata, però si credo sia meglio fare qualche rinfresco ravvicinato, ce l'ho in freezer just in case... eh buonissima l'alcenerobio :-)

marcella ha detto...

No, no, niente limone!
Mi sa che lo sbaglio è tutto lì!
O nigari o cloruro di magnesio, che si trova in farmacia.

Federica ha detto...

Deve essere buonissimo questo pane!!

Nirvana77 ha detto...

maddai, non ci posso credere...anch'io saranno ormai due mesi che faccio sempre pane semi-integrale (a volte metà 0 e metà farina di segale) con semini vari... solo che lascio l'impasto molle e poi lo metto a cuocere in uno stmpo grande da plum-cake...la pasta madre sta benissimo :o)
Un abbraccio
Fedra

stelladisale ha detto...

grazie federica

fedra, integrale è più buono, la farina di segale non l'ho mai provata... sono contenta che stia bene la pasta madre :-)
bacioni

stelladisale ha detto...

spighetta, scusa, mi eri sfuggita, mi spiace per il forno, sarà che io lo uso tanto, non potrei farne a meno, o forse si, non so :-)