mercoledì 4 novembre 2009

Riso integrale con cavolo rosso e vino rosso


Tempo di cose semplici e salutari. Dopo aver sbracato completamente con lo strutto, le castagne e soprattutto liquori e marmellate portati dalla sardegna, è ora di rimettersi in riga, soprattutto in un periodo così delicato di cambio di stagione, dove le difese devono restare alte. Unica eccezione sarà la crostata di Adriano l'8 novembre.
Questo riso è di una semplicità estrema, ed è buonissimo.
Il cavolo rosso contiene molta vitamina C (che però si disperde molto in cottura) e minerali. L'ideale è farne degli insalatini e mangiarlo crudo, solo fermentato, per conservarne le proprietà, io ne ho usato anche metà per questo riso.

Il riso l'ho cotto come al solito nella pentola di ghisa (ma anche una d'acciaio va bene) facendogli assorbire tutta l'acqua di cottura. Ci mette circa 50 minuti. Nel frattempo ho cotto il cavolo rosso tagliato sottile, ho scaldato l'olio evo, ho aggiunto il cavolo, ho salato con sale affumicato, fatto insaporire mescolando, versato il vino rosso (ho usato un nebbiolo) e cotto per 10 minuti circa, spento e lasciato riposare. Quando il riso è stato quasi cotto l'ho buttato nella padella col cavolo, ho finito la cottura, aggiunto pecorino grattugiato e pepe nero. Insomma le solite cose mie, niente di particolare.
Come si vede dalla foto era più cavolo che riso, ma non ha un colore bellissimo? Se fosse stato ancora ottobre sarebbe anche andato bene per questa iniziativa dei food-blog polacchi di dedicare un piatto rosa al mese della prevenzione dei tumori al seno.

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

25 commenti:

Giorgia ha detto...

che bello il riso rosa. mannaggia, a me non è venuta nessuna idea "rosa", ho messo solo il banner...

manu e silvia ha detto...

Ciao! ma ha un colore bellissimo!! ed è proprio semplic e leggero!!
proprio un'ottima ricetta, complimenti!
baci baci

CorradoT ha detto...

Che splendido colore. E il sapore dev'essere altrettanto buono. Mi piace, lo faccio senz'altro.
Ciao

Fra ha detto...

bello buono e sano...e di un colore meraviglioso...cosa volere di più da un piatto di riso?!?! ^^
Un bacione
fra

yari ha detto...

Ottimo, il colore finale lo rende molto invitante e originale!

marcella ha detto...

Che bel colore!
Anch'io spesso faccio il riso integrale con le verdure: zucca, verza, broccolo, cavolfiore, radicchio, porri, cavolo rosso o bianco!
Semplicemente così: è buono, fa bene e riempie la pancia!
Ieri ho fatto gli insalatini di carote, i prossimi son di cavolo rosso: altro che vaccinazioni!
Un bacione!

stelladisale ha detto...

ciao a tutti, grazie

marcella come li fai gli insalatini, col sale a pressione o in salamoia? io ne voglio fare un po' misti, carote, broccolo, ho anche un bellissimo daikon :-)

Saretta ha detto...

Pensavo fosse uan ricetta per il mese del nastro rosa!E vuoi sapere di più?ieri ho preparato del cavolo rosso, seguendo parzialmente una ricetta della bioexpress( poi accompagnati col riso integrale) ma, non mi ha entusiasmato..anch'io vado di insalatini, li faccio metà acqua e metà tamari.Una forchettata al giornoe via!!!!
Il resto del cavolo lo farò con il vino rosso e riso come hai fatto tu!

stelladisale ha detto...

saretta, ma sai che non ho mai preso mezza ricetta dal fogliettino della bioexpress? comunque sto cavolo era buonissimo, sia crudo che cotto, ah ecco tu col tamari li fai, io adesso li ho messi a pressione col sale, carota daikon finocchio e foglie di broccolo, un po' di daikon l'ho anche messo in salamoia, acqua e sale con l'alga...

Monique ha detto...

ciao stella!due cose: uno..cosa sono gli insalatini!?
due,il motivo per cui oggi son venuta diretta da te: ho iniziato a fare il bucato ecologico e soprattutto ho provato a sbiancare delle cose che erano diventate grigine e che così non mi piacciono!! Ho provato con limone salato mapoca differenza, ho notato che sono rimaste grigie soprattutto le fibr sintetiche, mi aiuti!? ps: non trovo la soda solvay in zona, sigh!

Edi ha detto...

Davvero invitante e salutare!! una scelta per il benessere!

Gio ha detto...

beh, cavolo + rosa è perfetto! :) fa anche un bel po' san valentino ahahah

stelladisale ha detto...

monique, ciao, gli insalatini sono verdure fermentate molto usate in macrobiotica, per lo sbiancare non so, io ho smacchiato cose inguardabili con soda solvay limone e sapone di marsiglia, ho tolto una macchia di curcuma con una poltiglia di sale e limone messa al sole... se non trovi la soda solvay non so come aiutarti io la trovo al supermercato... prova magari l'acqua ossigenata a 36 volumi, la si trova in farmacia, oppure il percarbonato all'ossigeno attivo che si trova al naturasi o in internet nei siti del settore, per esempio qui: http://www.officinanaturae.com/detersivi.php

edi, grazie

gio, si, è un po' presto però :-)

marcella ha detto...

Gli insalatini di carote li ho fatti così: carote bio tagliate a fette spesse di circa mezzo centimetro abbondante, messe in un vaso con la gomma e la chiusura ermetica, e coperti con una soluzione di cinque parti di acqua e una parte si shoyu.
Dopo una settimana sono pronti!
Da tenersi in un luogo fresco, sui 18 gradi. Io ho messo il vaso nello sgabuzzino, perchè ho la casa calda.
Quando sono giunti a fermentazione ottimale, si tengono in frigo.
Vado a cercarmi i tuoi insalatini di cavolo rosso!

marcella ha detto...

Ah, mi son dimenticata di dirti che gli insalatini si fanno con le radici, quindi carote, ravanelli, daikon, anche cavolo rosso che non è una radice ma è bello serrato, finocchi, ma non broccolo, che è un fiore.
Almeno, così mi ha insegnato la maestra! ;-)

stelladisale ha detto...

no no, il libro dei rimedi macrobiotici di kushi dice che si possono usare anche i broccoli e il cavolfiore e addirittura le foglie delle verdure a radice, e anche sedano cipolle lattuga crescione asparagi, addirittura la melanzana, la frutta...

marcella ha detto...

Allora mi sa che sei avanti!!!!!
Bene, al via le sperimentazioni!
Magari la maestra non ce li fa fare perchè a lei non piacciono! ;-)

stelladisale ha detto...

è che quelli di radici sono probabilmente più curativi essendo più yang non so, comunque si, sperimentiamo, dai :-)

Lo ha detto...

hai ragione il colore è delizioso e la sua essenzialità è perfetta un bacione

Virginia ha detto...

Stella, sempre lei:

http://sanisapori.ejarvis.eu/blog/2009/10/fugassa-o-focaccia-genovese-di-semplicissima-e-gustosa-preparazione-ottima-ogni-momento

stelladisale ha detto...

bacioni lo

grazie virginia, ho lasciato un paio di commenti, ce n'è anche un'altra, a volte mettono il link, ma io credo si debba chiedere comunque la rimozione in questi casi,
buona giornata

CorradoT ha detto...

Forse avrai visto che ho lanciato il mio primo contest. E' difficilotto, ma intrigante.

(si, lo so, questa e' vergognosa autopromozione :-)

stelladisale ha detto...

si corrado, me l'hai già detto nel post precedente e ti ho risposto che l'avevo già visto

CorradoT ha detto...

Scusa, sono un po' confuso...

Hai poi pensato a come combinare 3 su 5 ingredienti? Io ho pensato a un paio di ricette, una l'ho fatta e non era niente male.

Ciao, e buona giornata :-)))

Mariù ha detto...

Perfetto per il post in rosa di qualche tempo fa...