venerdì 28 agosto 2009

Nocino


La ricetta del nocino l'ho presa da qui, ne avevo viste altre in giro per blog ma quando ho visto “al vér nusèn tradizionèl ed Mòdna” non ho resistito, ho dovuto fare quello :-)
Oltretutto è la ricetta più semplice di tutte.

Le noci le ho raccolte il 24 giugno, giorno di San Giovanni Battista, come da tradizione, nel posto dove ho raccolto un sacco di altre cose che sono in diversi post, dalle castagne all'ortica ed erbette varie vedi foto sotto.
Ho cambiato leggermente le dosi ma non il procedimento.

750 ml di alcool per liquori
500 gr di zucchero di canna
23 noci
3 chiodi di garofano


Si tagliano le noci in 4 parti e si mettono in un vaso di vetro grande con lo zucchero, si lasciano per 2 giorni al sole, girando ogni tanto. Si forma uno sciroppo. Si aggiunge l'alcool e i chiodi di garofano e si lascia al sole altri 60 giorni. Ogni tanto si mescola, veramente io mi sono ricordata solo i promi giorni, e la sera spostavo i vasi all'interno.
Tutto qui. Si tratta solo di aspettare.
Passati i 60 giorni si filtra e si imbottiglia. Si dovrebbe bere dopo almeno 12 mesi, va conservato in luogo fresco e buio.
Fra 12 mesi vi dico come è venuto :-)



vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

22 commenti:

Isafragola ha detto...

Guarda che io lo voglio anche bere, non è che te la cavi così, a dirmi come è venuto :-) (e ho la memoria lunga)

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Peccato che io non possa bere alcool. Ma ho un tenero ricordo del nocino che preparavo sempre insieme a mia nonna, anche noi noci colte rigorosamente il 24 giugno. E io ero l'addetta a girare il vaso di vetro :-) A detta degli altri era un nocino fenomenale.
Grazie per avermelo ricordato.
Baci
Alex

mika ha detto...

Non l'ho mai assaggiato, ma l'idea di coccolare per giorni le noci nel vaso mi piace parecchio...mi sa tanto di rito magico...tra l'altro non avevo mai visto l'aspeto delle noci prima di arrivare al banco del super... ^_^

genny ha detto...

a casa mia non si beve gracnhè e io un liquore non l'ho mai fatto se non una volta una cosa densissima al cioccolato!:DDD ma questo proprio meriterebbe...e se le novi le colgo ora, è troppo tardi vero ?

spighetta ha detto...

Queste cose fatte in casa mi piacciono da matti poi a casa di mia mamma ho la pianta della noce, per cui non posso esimermi dal riprodurre la tua ricetta!!!

stelladisale ha detto...

isafragola, ok ne parliamo tra un anno :-)

alex, io invece non l'avevo mai fatto e non mi ricordo neppure bene se l'ho mai bevuto, sto nocino, che bei ricordi che hai :-)
bacioni buon we

mika, beh si qualche mese prima di arrivare al supermercato, io non avevo mai sentito che buon profumo hanno quando le raccogli...

Ciboulette ha detto...

Io l'ho fatto quest'anno per la seconda volta con una ricetta di una signora di qui (NA), da cui l'avevo assaggiato, e a differenza di tute le altre volte mi era piaciuto.
Il procedimento è lievemente diverso, e poi qui usano un misto di aromi per nocino che poi non sarebbe altro che un sacchetticno con noce moscata, cannella, e chiodi di garofano.
Io ho messo lo sciroppo di zucchero solo dopo i primi 40 giorni di "macerazione", sono curiosa di sapere come influisce questa differenza....magari l'anno prossimo provo a farlo con il tuo procedimento (però mantenendo il misto di spezie, che mi piace molto) così capirò :)
Baci

stelladisale ha detto...

genny, ah io non dovrei berli in realtà i liquori avendo eliminato lo zucchero da mesi, ma non esiste regola senza trasgressione e quelli fatti in casa mi piacciono molto... devi aspettare l'anno prossimo, adesso ormai c'è già la noce dentro, si raccolgono quando la noce non c'è ancora...

spighetta, beh si se hai anche la pianta lo devi fare :-)

stelladisale ha detto...

elvira, si questa è l'unica ricetta che non prevede lo sciroppo, mi è piaciuta proprio per la semplicità, in pratica fa tutto il sole, e il tempo... mia mamma l'ha fatto con un altro metodo credo simile al tuo, sono curiosa anche io di sentire la differenza...

marcella ha detto...

E qui casca l'asino! (cioè io!)
Nel senso che non ho mai fatto un liquore in casa, anche perchè sono assolutamente astemia, e quindi non saprei cosa farci.
Ma penso dia la stessa soddisfazione che dà fare la marmellata, o il pane, o altro anche non culinario.
Però lo snifferei volentieri!

stelladisale ha detto...

ciao marcella, si come tutte le cose che si fanno in casa sono sempre comunque soddisfazioni... in un bella bottiglietta è carino anche come regalo,
buona domenica

Roberta ha detto...

fantastica stella. ricordo di averlo assaggiato a casa della nonna di un amico che ci raccomandava di stare attenti a non macchiarci, perchè il tannino non perdona! ;-) che buono.

...ma io aspetto trepidante anche l'altra sorpresa che serbi per il prossimo post. sluuurp! ;-D

stelladisale ha detto...

ahahah quella l'ho fatta come hai detto che la fai tu quindi non so se è una sorpresa :-)

ah macchia molto? beh dal colore lo potevo intuire sembra inchiostro, meno male che non ho
fatto una delle mie solite sbrodolate sul ripiano della cucina allora...

LaGolosastra ha detto...

l'unico alcolico che bevo volentieri e che preparo solo con le noci che crescono davanti a casa di mia sorella. Quest'anno, ahimé, non ce l'ho fatta, ma siccome lo centellino ne ho ancora di quello dello scorso anno!
Le dosi non so se sono le stesse ma sono certa che sarà delizioso!

stelladisale ha detto...

boh, aspetto qualche mese e poi l'assaggio :-)

Cinzia ha detto...

ciao, intorno a casa mia crescono decine di alberi di noci. Tutti gli anni mi prefiggo di farlo, e poi per un motivo o per l'altro non riesco. Chissà che il 2010 non sia quello giusto?
Questa ricetta mi sembra semplice e poco laboriosa. Ho però una domanda: lo zucchero di canna è una tua scelta o era già previsto nella ricetta originale?
grazie mille per la tua risposta, cari saluti
Cinzia
cioccolatamara.cplinder.com

Claudia ha detto...

adoro il nocino, l'ho fatto una volta sola per il fatto che non ho un noce nelle vicinanze da "puntare" il 24 di giugno :)
la mia ricetta è della nonna di mia zia di bolzano, la tua è davvero semplice :)
BRAVA! Fare i liquori in casa è gratificante *
splendide foto ma che te lo dico a fare?
******

stelladisale ha detto...

cinzia, questa ricetta è semplicissima, lo zucchero di canna l'ho usato io, la ricetta originale la trovi nel link con un sacco di altre ricette

cla, io se trovo una cosa semplice non resisto :-) sta cosa di far fare lo sciroppo al sole è quasi commovente, è pure ecologica che non si usa il gas...
grazie, bacioni :-)

spighetta ha detto...

Aspetta un attimo! Non credo di essere sicura di aver capito....Le noci devono essere acerbe?!? Di solito questo è il periodo della raccolta per tuto settembre e le noci cadono a terra. Se le devo raccogliere a giugno mi devo arrampicare sulla pianta! Confermi? ;D
Lo zucchero che hai usato è il mascobado o quello del super (che di canna ha poco)?

stelladisale ha detto...

si spighetta, le noci sono acerbe, verdi, e non c'è ancora dentro la noce che si mangia, come nelle foto, per questo le noci per il nocino si raccolgono a giugno e le noci si mangiano a settembre... si ti devi arrampicare sulla pianta, veramente io le ho raccolte dai rami bassi senza problema, comunque ormai devi aspettare l'anno prossimo, nel link che ho messo vedi anche le noci tagliate a metà...
lo zucchero era di canna integrale tipo mascobado equosolidale, un po' appiccicoso, che avevo in casa da mesi visto che lo zucchero non lo uso più, ovviamente nella ricetta originale sarebbe normale zucchero bianco

Giò ha detto...

il nocino è un liquore tipico anche dalle mie parti..in collina puoi ancora trovare qualche ristorante che lo fa in casa!

anirac ha detto...

grazie per la ricetta! il nocino l'ho assagiato una volta a Bologna...somiglia tantissimo a un licore molto típico da le mie parti :
http://ca.wikipedia.org/wiki/Ratafia
anche con il rituale di andare a prendele le noce per sant giovanni!
:-)