martedì 10 novembre 2009

Spaghetti alga zucca uvetta mandorle



Prima di tutto una segnalazione: questo post è stato modificato, il perchè è spiegato all'inizio del post, chi l'ha linkato mettendo il bannerino si regoli di conseguenza. Non è più possibile lasciare commenti o fare segnalazioni e i commenti esistenti non sono più visibili.
Sono comunque sempre a vostra disposizione in e-mail se volete comunicarmi o chiedermi qualcosa.
Chiuso l'argomento.

Sta ricetta con le alghe è una cosa semplicissima, perfetta per questo periodo, per prevenire i malesseri stagionali, per affrontare bene l'autunno, è anche buona. Questo tipo di alga in particolare (himantalia o spaghetti di mare) non è molto yang come la kombu o la wakame, ed ha anche un sapore meno intenso, è, come tutte le alghe, ricca di minerali e vitamine. Io l'ho presa qui quest'estate, devo dire la verità non le uso molto le alghe, le prendo in pillole ma a cucinarle non mi sono ancora abituata. Però penso che come tutte le cose basta trovare le ricette giuste, adatte al nostro gusto. Per cui ne approfitto per segnalarvi che tutti i sabati dal 14 novembre al 19 dicembre l'algheria vi invita a degustare specialità gastronomiche a base di alghe, nella sua sede a milano, potete scaricare l'invito qui.
Dovesse passare di qui qualche vipera la informo che l'algheria non mi ha dato neppure un'alghettina per 'sto spot, è solo un'informazione che mi fa piacere darvi. Magari può essere anche che ci vediamo lì.

Ho scaldato dell'olio evo con semi di cumino e anice e aggiunto zenzero e aglio grattugiati con la grattugina salentina di ceramica. L'alga himantalia l'avevo messa a bagno un paio d'ore prima, l'ho tagliata e pezzettini ed aggiunta anche quella, ho fatto cuocere 5 minuti circa con un mestolo di acqua della pasta. La zucca l'avevo cotta in forno senza niente, ho aggiunto anche quella, tagliata a pezzettini, con dell'uvetta. Ho scolato la pasta e l'ho aggiunta in padella col sugo e con delle mandorle tritate.

Saremo noi che abbiamo nella testa un maledetto muro. Dovevo dirla, ce l'ho in mente da ieri :-)

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

19 commenti:

manu e silvia ha detto...

Ma la zucca e le mandorle, entrambe dolci, con le alghe come ci stanno??
Che piatto ricercato e particoalre ci proponi oggi, ma dalle foto sembra molto invitante.
baci baci

Anonimo ha detto...

Queste sono le ricette che piacciono a me: semplici, veloci e ... "agrodolci"!
Mai assaggiato quel tipo di alghe: devo provvedere subito!
Ciao!

marcella ha detto...

Ops! Prima mi è partito il pulsante!
Mi scuso!

spighetta ha detto...

Non conosco le alghe che hai usato, ma se mi oriento su nori in fiocchi (che mi piacciono molto ed uso spesso) o Hijiki, credo andrà bene ugualmente, no?
Molto interessante la tua ricetta!

Alex ha detto...

Le alghe che hai usato non le conoscevo...proverò a cercarle...qui algheria non c'è...ma non dispero. Molto interessante il piatto che hai preparato!!!

Aiuolik ha detto...

Ho seri dubbi di riuscire a trovar le alghe qui (se non dentro il mare), ma nel caso rileggerò con attenzione la ricetta!

Scribacchini ha detto...

Davvero interessante. Come Spighetta, penso che dovrò ripiegare su altre alghe.
Quanto al muro... quanto sono dure le teste degli umani...!
Ciao. Kat

stelladisale ha detto...

manu e silvia, bene ci stanno

marcella, non è molto conosciuta in effetti e non si trova facilmente

spighetta, si vanno benissimo le nori, poi i fiocchi non si cuociono e sono comodi

alex, neppure qui c'è, vende solo on-line

aioulik, ma dai neppure la nori da sushi?

stelladisale ha detto...

kat, ma dure dure dure eh, che in confronto il muro di berlino era di frolla...

alghe ha detto...

Ciao, sono Fabio di Algheria.
Grazie a Stella che si è prestata con simpatia a fare da eco alla nostra iniziativa. Per noi, far conoscere le alghe, oltre che un lavoro è anche una "divertenete missione". Ci farà piacere accogliere tutti, in particolare i più curiosi.

Saretta ha detto...

AUgh vengo in pace e...grazie della segnalazione, magari all'Algheria ci andiamo insieme!;)
Bella sta pasta, brava!
Bacioni

stelladisale ha detto...

grazie fabio

saretta, augh :-) dai scegli un sabato e ci andiamo, era buonissima... bacioni

il mestolo di legno ha detto...

interessante questo abbinamento! devo proprio provarlo...

Lo zucchino d'oro ha detto...

Davvero le tue ricette sono un punto di riferimento per me.

Grande gioia.

Stefano

stelladisale ha detto...

grazie, il mestolo di legno...

stefano, grazie grazie grazie :-)

Nirvana77 ha detto...

Che buono... gnam gnam.. ho giusto una bella zucca bio sul balcone.. mi sa che next days la inforno e porvo anche al tua pasta :o) solo che la farò con l'alga dulse, non ne ho altre in casa..
questa primavera ho cominciato a spargere alghe tostate e tritate un po' ovunque (a partire dall'insalata e le creme di verdure) e ti devo dire che il gusto ci guadagna (oltre che la salute!!)...
se per caso vai da Algheria... fammi un fischio! :o)

Baci

Fedra

stelladisale ha detto...

fedra, certo che ti faccio un fischio :-) ieri sera ho sparso un po' di fiocchi di alghe sulla pasta, come fosse prezzemolo, buona, era un semplice sughetto di zucchine, le alghe tostate e tritate sono anche nel libro dei rimedi macrobiotici, e io sono mesi che le devo fare ma mi dimentico... bacioni

Baol ha detto...

Sono abbastanza incasinato, non ce la faccio a venire a Bergamo :(

Isafragola ha detto...

Anch'io non conoscevo questo tipo di alghe, ma la ricetta mi sembra ottima. Grazie per la segnalazione di Algheria, bambino permettendo magari ci provo. Fai sapere anche a me se vai? Bella la citazione, quella canzone piace tanto anche a me