venerdì 25 luglio 2008

Pancarrè allo yogurt e cocco


Preso da anice e cannella con piccole variazioni, dovute al fatto che non avevo nè burro nè latte e che ho usato la pasta madre.

primo impasto:
100 ml latte di cocco
150 gr farina manitoba
1 cucchiaino di malto
200 gr pasta madre rinfrescata la sera prima

secondo impasto:
250 gr farina zero
100 gr farina manitoba
30 gr di ghee, burro chiarificato
1 cucchiaio olio evo
150 ml yogurt intero
1 cucchiaio e mezzo di zucchero di canna
1 cucchiaino di sale
acqua se serve


Fare il primo impasto e lasciare lievitare fino al raddoppio.
Fare il secondo impasto, unire i due impasti impastando bene almeno 10 minuti, lasciare lievitare fino al raddoppio e poi fare una piegatura, cioè distendere leggermente la pasta, portare i lembi verso l'interno, poi girarla, lasciare lievitare altre 5-6 ore, dividere in due panetti, fare un'altra piegatura e lasciare lievitare un'ora.
Formare due rotoloni della stessa lunghezza della teglia da plumcake, intrecciarli, metterli in teglia (foderata di carta forno o oliata), lasciare lievitare ancora un'ora, pennellare con latte, cuocere a 200 gradi 20 minuti, poi coprire con carta forno, abbassare a 180 gradi e cuocere altri 20 minuti.
E' una specie di pan brioche, buonisssimo, la crosta sembra un po' quella del vecchio buondì (che non m'è mai piaciuto però), voglio provare delle varianti, latticello, farina integrale, è perfetto per la prima colazione.

E che centra il cielo rosa? Niente, ma mentre montavo le foto domenica sera il cielo dietro di me era esattamente così, in tinta con lo sfondino del pane :-)

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

p.s. - Ho aggiunto altre foto al post delle botteghe, perchè ci sono tornata ieri, anche all'orto botanico sono andata, ma quelle ve le risparmio, buon we!

18 commenti:

Monique ha detto...

che bello, a me non viene mai quella crosticina sottile uffi!
il posto delle botteghe, se non l'ho già detto, è stupendo..a bg non ci siamo mai stati ma chissà che ora, trasferta dopo trasferta...

stelladisale ha detto...

monique ma cosa dici la tua trecciona era buonissssima! quando rifaccio il burro provo a farla col lievito madre...
bergamo vi piacerebbe molto, anche se adesso di città d'arte e di colline ne avrete un bel po', in toscana :-)
bacioni

Saretta ha detto...

Adoro questo tipo di pane dolce!
Stellina sei sempre troppo avanti!E quel cielo...spesso m'è capitato in coda in autostrada di rimanere a bocca aperta daventi al cielo rosa...
bacini e buon we!

stelladisale ha detto...

saretta, grazie! :-) buon we anche a te, bacioni

max - la piccola casa ha detto...

deve essere buonissimo, solo che io in questo periodo non riesco ad accendere il forno fa troppo caldo, ma appena piove un po' lo provo!

Sere ha detto...

mmm..sento il profumo del cocco ... Che buono stellina!
Un bacio grande e buona estate!

stelladisale ha detto...

max, in casa mia non fa caldo ma proprio per niente, quest'anno il clima è perfetto belle giornate ma niente afa e qualche temporale ogni tanto... buon we

sere, ehi cosa fai in giro la vigilia del tuo matrimonio!
baci baci baci :-)

Fedra ha detto...

Si vabbhè, ma questa è una provocazione... :o) Ma come faccio a battezzare la tua pasta madre con unA ricetta così sofisticata??? :o)
Credo che per questo weekend mi limiterò al pane traditional, magari arricchito con un po' di semini di finocchiio...
Ciao!!
Buon weekend!!
Fedra

stelladisale ha detto...

fedra, comincerei con una cosa semplicissima, infatti, che magari ha sofferto il viaggio... :-)
buon we

Fedra ha detto...

A proposito, io l'ho lascita nel suo sacchetto nella vaschetta di plastica e l'ho messa sul primo piano in lato del frigo... va bene o devo mettera su ripiani più freddi? Cavolo sono in agitazione.. stasera la rifresco e domani si impasta....e poi domani sera inforno.. non vedo l'ora !!!:o) Tra l'altro, mi chiedevo: quando la impasto con i 500 gr di farina devo aggiungere altra acqua,vero? e sale? Andrò a ripassarmi le tue ricette...!
Besos
Ciao!

Fedra ha detto...

Scusa, un refuso: l'ho messa sul primo piano in alto del frigo..

stelladisale ha detto...

fedra, tienila in un vaso di vetro, io l'ho impacchettata così solo perchè pesava troppo...
pane base: 500 gr di farina zero o manitoba, la pasta madre rinfrescata la sera prima a temperatura ambiente, un cucchiaino di zucchero o malto, acqua a temperatura ambiente quanto basta per avere una consistenza non troppo appiccicosa ma morbida, inpasti e poi aggiungi un cucchiaino di sale, impasti ancora vigorosamente per almeno 10 minuti, lasci a lievitare qualche ora fino al raddoppio, e inforni un'oretta, e non preoccuparti se la prima volta non viene perfetto,
ciao! buon we

Fedra ha detto...

Grazie grazie :o)
Buon we anche a te!
Fedra

Lo ha detto...

bellissimo! ho appena fatto il pancarrè tradizionale per il week-end...ma la tua versione è così particolare che mi ha lasciato un pensierino nella testa!

Pippi ha detto...

che pancarrè spettacolare!!!! non ho parole........che invidiettaaaaaaaaaaa!!! hehehehe ti auguro un sereno we a presto Pippi

stelladisale ha detto...

lo, grazie! il cocco è stato casuale, avevo un avanzo in giro e ce l'ho messo... buon we :-)

pippi, ciao, buon we anche a te! grazie :-)

Erika ha detto...

Passa da me ho tre premi per te.

Le tue foto e le tue ricette sono sempre bellissime. Peccato tutto quel glutine, altrimenti ti ruberei qualche fettina di pane, sigh :(

stelladisale ha detto...

erika, grazie per il premio, e per i complimenti, bacioni buona domenica