martedì 5 agosto 2008

Pasticcini di patate


Una cosa che utlimamente faccio spesso per la colazione sono delle torte vegane, senza zucchero, uova, latte, burro, un po' macrobiotiche.
Questi li ho fatti a pasticcini, ma l'impasto è morbido e va benissimo anche per una torta o per delle mini tortine negli stampini da muffin.

400 gr di patate (pesate crude con la buccia)
100 gr di farina 00
4 cucchiai di succo d'agave (o d'acero)
50 gr di uvetta
1 cucchiaino di semi di anice
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di olio d'oliva
1 cucchiaino di cremor tartaro
succo di mela limpido per ammollare l'uvetta

Ho cotto al vapore le patate pelate, le ho schiacciate e fatte raffreddare.
Ho messo a mollo l'uvetta nel succo di mela limpido mentre cuocevano le patate, poi l'ho scolata.
Ho mischiato tutti gli ingredienti, lasciando l'impasto morbido, se dovesse essere un po' duro ammorbidire con il succo di mela dell'uvetta.
Si fanno poi delle palline schiacciate e si cuociono fino a leggera doratura a 180 gradi.

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

25 commenti:

Claudia ha detto...

madai?!
che dolci buoni sono mai questi? senza zucchero?
azz! sei grande piccola stella ***

Pamy ha detto...

Ciao, bellissima idea;)
devono essere ottimi!! ma si potrebbero mangiare anche per cena no??

manu e silvia ha detto...

Che strani questi pasticini!! Ma se si ammolla l'uvetta nell'acqua e si aggiunge un po' più di sale, possono diventare anche salati?

max - la piccola casa ha detto...

interessanti questi pasticcini, il dolce è dato dal succo di agave ?

Lo ha detto...

wow queste tue proposte per la colazione di tutti i giorni sono davvero interessanti e utili

stelladisale ha detto...

grazie claudia! vorrei cercare di eliminarlo, lo zucchero...
bacioni

pamy, beh si, immagino di si :-)

manu e silvia, mah non ho mai provato ma immagino di si, togliendo il succo di agave, l'uvetta la si può anche ammollare nel vino bianco, e mettere altre spezie...

max, si, il succo d'agave sostituisce lo zucchero, va bene anche malto o succo d'acero, ovviamente al limite si possono fare anche con lo zucchero, magari integrale...

lo, grazie, ciao :-)

eleonora ha detto...

Vraiment superbes tes photos..et qui me donne envie d'en faire...

Azabel ha detto...

Questi si che sembrano golosi! Hanno un aspetto fantastico :)

Micaela ha detto...

devono essere buonissimi oltre che leggerissimi!

yari ha detto...

Questa me la segno, grazie per l'idea!

Baol ha detto...

Come al solito tutte ricette invintantissime

stelladisale ha detto...

ciao a tutti, ah ma allora non siete tutti in vacanza!

Ciboulette ha detto...

Buongiorno stella
avevo gia' visto questi pasticcini ieri ma non avevo avuto modo di leggere per bene il post...poi torno stamattina (non ho avuto tempo di fare colazione) e mi provocano un rombo di tuono nel pancino! :)

Aggiungo una domanda anche io: succo d'acero=sciroppo d'acero? Perche' in quel caso penso verrebbero un po' scuri....
Il succo d'agave, uhm......dovrei provare in qualche negozio di alimenti biologici?

Eh eh, forse saremo in pochi in giro, ma col mio commento ti ho occupato la spazio di 5 o 6. :P
Ciao!

stelladisale ha detto...

ciboulette, ciao, si, il succo d'acero e lo sciroppo d'acero sono la stessa cosa, ed è un po' scuro, il succo d'agave invece è più chiaro, e io l'ho preso al naturasi, va benissimo anche il malto, che anche quello è chiaro, soprattutto quello di riso o grano, quello di orzo è più scuro, comunque io non mi formalizzo, uso anche lo zucchero integrale, la farina integrale, tutte cose un po' scure, non è la fine del mondo se le cose vengono un po' marroni, no? :-) bacioni buona giornata

manu ha detto...

bello questo blog!!!! ciaooooo

Pippi ha detto...

Stella questi sono veramente dei dolcini favolosi....sarebero da provare.....poi ho visto nelle risposte che hai dato che si può usare lo sciroppo d'acero che trovo anche al super....bene bene....l'unica cosa è il cremor tartaro,,,,, fa la funzione del lievito?
ciao Pippi

anna ha detto...

Stellina questi pasticcini sono davvero belli...un abbraccio
Anna

NotizieGossip ha detto...

Che idea originale. Prima o poi proverò a farli.

Claud ha detto...

Stella, ma che dici? Per una "capra" come me (colazione dolce mai o quasi, voglio sale!!) si potrebbe tentare una versione con olive?!
(complimenti per l'intenzione di eliminare lo zucchero, ci provo pure io!)

stelladisale ha detto...

grazie, manu!

pippi, si, il cremor tartaro è lievito, praticamente, si trova naturale in bustine

anna, bacioni :-)
notiziegossip, ciao

claud, secondo me si, una versione salata con le olive io la proverei...

Saretta ha detto...

Ciao stellinaaaaaaaa!!!Ancora mi sto ripigliando dal sogno pugliese e che vedo???dei dolcini fantastici!Siamo alle solite delizie mia cara eh?Bacioni

stelladisale ha detto...

ciaoo! poi ci racconti eh della puglia? bacioni :-)

Saretta ha detto...

certamente!!!!

Geer Geertsz ha detto...

Questi pasticcini devono essere spaziali, e il tuo blog è una figata! Proprio ieri mi son dovuto ingegnare per organizzare un pranzo di Ferragosto d'emergenza, e oltre a un paio di piatti giapponesi ho sfoderato i tuoi leggendari spiedini di pollo al sesamo. I miei amici erano commossi, grazie mille.

GG
aka
AC

stelladisale ha detto...

grazie a te, gg! leggendari addirittura!