sabato 4 luglio 2009

Pasticcini al cocco vegani senza zucchero


Avete presente questi classicissimi pasticcini al cocco che si fanno in un attimo quando avanzano gli albumi?
Ecco, dimenticateveli, perchè in comune hanno solo il cocco, e la forma a quenelle, per il resto non hanno niente a che vedere, sono meno unti, meno dolci, senza latticini uova zucchero, sembrano più dei biscotti, morbidi all'interno ma qualcuno potrebbe anche dire che san di poco.
La ricetta è molto liberamente tratta da una ricetta di un corso fatto in questo posto, non da me ma ho i miei informatori :-)
Però ecco ho eliminato ben due mele tagliate a dadini dalla ricetta originale, perchè volevo che sapessero di cocco e non di mela, e anche un cucchiaio di olio, e ho usato farina 2. Immagino che l'originale fosse più tipo muffin, non so.
Da quando l'ho trovata sto usando parecchio la farina 2, ci ho fatto anche la focaccia e mi piace molto, è una via di mezzo tra la 0 e l'integrale, può essere sostituita con metà 0 e metà integrale, o due terzi di 0 e un terzo di integrale, se non la si trova.

- 250 gr di farina di tipo 2 biologica
- 250 gr di cocco disidratato biologico (non è per fare i fanatici del biologico è che proprio non c'è paragone col sapore di quello che si trova in tutti i supermercati nel reparto “ciappini vari per dolci” che non sa di niente)
- 250 ml succo di mela limpido bio
- 1 cucchiaino di cremor tartaro di quello già addizionato con bicarbonato
- 4 cucchiai di malto bio (di grano ma qualsiasi va bene anche se il sapore cambia)
- 1 cucchiaino di semi di lino dorati bio macinati col macinacaffè(non hanno tantissimo sapore, ma fanno benissimo e sembra che bisognerebbe mangiarne un cucchiaino al giorno per gli omega 3)
- 1 pizzico di sale


Ho mischiato bene tutti gli ingredienti, fatto delle quenelle con due cucchiaini da te, messe in forno a 180 gradi fino a doratura. Se vi sembrano troppo sciapi e asciutti pucciateli nello sciroppo d'acero o nella marmellata senza zucchero (ce ne sono in commercio di buonissime dolcificate solo con succo di mela).

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

17 commenti:

marifra79 ha detto...

Ciao! Mi piacciono i tuoi pasticcini...in genere non vado matta per i dolci troppo carichi, e questi sembrano buoni!
Ho dato una sbircitina al tuo blog e lo trovo interessante per aver visto parecchie ricette vegane e vegetariane! Io sono vegetariana, non estremista, nel senso che i derivati come latte e formaggi li mangio! Ciao

Daphne ha detto...

Ciao! sono qui per sbirciare la tua nuova ricetta come al solito e.....il tuo lievito sè raddoppiato da far paura :O

mioddio :O
Vorrei provarlo oggi ^_^
Gli ho comprato una "casetta" ma penso che ho sbagliato le misure O_o
uahaha...marò, sapevo io che voleva la stanzetta più grande :D
.oO(peggioro peggioro)

questi dolcetti sono proprio belli, sai che ne ho fatta una versione simile? ^_^
baci :)

a breve faccio post su lievito ;)

marcella ha detto...

Ecco... a me il cocco non piace... ma non ho mai provato quello bio!!!
E questa mi pare la volta buona: magari mi ricredo!
Il link che hai messo mi è molto utile: se posso andrò all'incontro con il prof Berrino il 2 settembre.
Una mia amica, purtroppo colpita da tumore, si è inserita nel programma di questo prof e penso segua anche i corsi di cucina.
P.S.: ho fatto il riso integrale con i peperoni, ma non avevo l'anice normale e ho messo quello stellato: buono!!!

ilcucchiaiodoro ha detto...

sono davvero molto belli,poi il cocco l'adoro e in vista dell'estate è meglio evitare troppi zuccheri... mi sembra tutto perfetto!!!

spighetta ha detto...

Ho tutti gli ingredienti per fare questi dolcetti...Non mi resta che mettere le mani in pasta!!!
;D

manu e silvia ha detto...

Ciao! eh noi questi li adoriamo, ne mangeremmo uno di seguito all'altro..troppo buoni!
bravissima!
baci baci

stelladisale ha detto...

grazie a tutti per la visita e i complimenti :-)

daphne, io lo tengo in un vaso di vetro da mezzo litro, ne tengo sempre solo 200 grammi circa non di più...

Saretta ha detto...

evviva i dolci di stella!Ma sai che comincio a trovare stucchevoli anch'io certi cantucci o cose che ho sempre adorato?Forse quando diminuisci lo zucchero e lo sotituisci poi capisci tante cose...
Baci!

Nirvana77 ha detto...

Maddai!! :o) Io non li ho ancora rifatti.... ma i tuoi hanno un'aria troooppo invitante...

Un bacione e buona settimana!

Fedra

Daphne ha detto...

Cetto,è che io lho rinfrescato e allora sè triplicato :D
ahaha..ma che bello è! E quanto profumaaa!
.oO(e quanto ha funzionato :O)

Bella la fotina, cambiato ^_^

stelladisale ha detto...

saretta, si, si cambia molto la percezione dei sapori se si eliminano le cose troppo raffinate e "chimiche", si diventa più sensibili e si avvertono delle sfumature che prima non si avertivano :-)

fedra, visto? :-) ma che forma avevano quelli là, tipo muffin?

Fra ha detto...

Bè al posto delle mele si potrebbe aggiungere del cocco fresco. Comunque a me questi biscottini dal sapore delicato ispirano molto
Un bacione
fra

Nirvana77 ha detto...

avevano una forma tipo fiame di cioccolato, hai preesente? Il tipo aveva infilato l'impasto nel sac à poche e poi dato la forma di spumini... ma i tuoi sono più belli :o)

Gio ha detto...

*.* adoro i dolci non dolci :) e anche questo va nella pila di "cose da provare"!

LaGolosastra ha detto...

yuppiiiii che delizia da provare al + prestoooo!

Anonimo ha detto...

evviva!!!una ricetta con malto e senza zucchero!!! stelladisale sei mitica! li proverò!!
chia

brii ha detto...

sei troppo forte!!
sei la prima persona che conosco che usa la farina 2!!
grande stella!!
mi piacciono questi dolcetti, va beeeeeeeeeneeeeee proviamo! :)
baciusss