giovedì 19 novembre 2009

Focaccia olive taggiasche e sale affumicato


Quando una cosa mi viene buona comincia il delirio del “e adesso perchè sarà venuta così buona?”. :-)
Perchè capita di fare le cose casualmente. Allora “fammi pensare cosa ci ho messo”, “cosa ho fatto di diverso”, “mi sarò dimenticata di scrivere qualcosa che ci ho messo o di metterci qualcosa che avevo scritto?”, e “quanto ho aspettato prima di metterla in forno da quando il forno è andato in temperatura” (sempre per la storia delle curve), e “questa che farina era, quella che ho preso quando non ho trovato l'altra?”, e “mi devo ricordare la marca delle olive”, e “ieri che temperatura ci sarà stata che è lievitata così bene”. Perchè so che se la rifaccio non mi viene più uguale uguale, comunque. So anche che se qualcuno la rifà a casa sua con un altro forno un'altra farina un'altra pasta madre delle altre olive verrà una cosa completamente diversa, è normale. Ma dato che ho un blog, cerco di essere più precisa possibile. La foto serve a questo, anche. A mostrare la ricetta. Stop. Mi piace che si veda l'alveolatura, che si vedano i buchi mollicci oleosi, che si intuisca che la crosticina è sottile e croccante.
Da Enza l'altro giorno si è scatenata una discussione sulle foto. Per me è molto semplice, la foto serve a spiegare la ricetta, deve essere vera, non troppo artefatta, bella ma “normale”, non deve sembrare che sia stata troppo pensata, non deve venire il dubbio che quel cibo non sia commestibile, come nelle riviste di cucina. Tempo fa mi era venuta voglia di comprarmi una macchina decente, una reflex, magari anche delle luci adatte, poi ho pensato che non mi piaceva l'idea di diventare troppo “professionista”, il blog è un blog, è una cucina di casa fotografata di corsa perchè se no si raffredda, che se è nuvoloso e c'è un po' buio pazienza, cerco di usare un tempo lungo puntellandomi coi gomiti, questi sono i miei effetti speciali, non mi piace l'idea di avere un baraccotto scenografico sempre tra i piedi con cartoncini cavalletto e luci... uso sempre gli stessi piatti e perlomeno se trovo mie foto in giro sono riconoscibili, come fosse una firma, non mi piace l'idea di comprare cose apposta per il blog, tutte spaiate, magari posso soffermarmi un po' di più a fotografare qualcosa di freddo, dei biscotti per esempio, se la cosa mi diverte, niente di più. Tutti i blog hanno un senso, quelli belli, quelli brutti, quelli con delle belle ricette, quelli con delle belle foto, quelli con tutte e due, quelli che sembrano riviste di cucina, quelli che sembra roba già digerita, quelli che si dilungano tantissimo, quelli che due parole e via, quelli che usano ingredienti strani e quelli che usano roba pronta per far prima, tutti hanno un senso perchè sono tutti lo specchio della persona che ci sta dietro, siamo liberi di non visitarli se non ci piacciono.

150 gr di pasta madre rinfrescata
300 gr farina 0 biologica + altra q.b.
250 ml acqua tiepida
1 cucchiaino di malto di grano
3 cucchiai di olio evo
1 cucchiaino e mezzo di sale vichingo affumicato + altro sopra
una manciata di olive taggiasche denocciolate sott'olio + il loro olio


Ho sciolto la pm nell'acqua tiepida (40 gradi circa) col malto, ho aggiunto i 300 gr di farina l'olio e il sale, ho impastato aggiungendo altra farina fino ad avere un compostio non appiccicoso ma molle. In tutto non più di un minuto.
Ho dato le pieghe un paio di volte, nel senso che ho portato i lembi di pasta verso il centro, senza aggiungere farina, facendo il giro un paio di volte. Ho ribaltato e lasciato riposare circa tre ore in forno spento, poi ho fatto un altro giro di pieghe e lasciato altre 2 ore a lievitare.
Ho poi steso la pasta. Io per la focaccia faccio così: formo un disco senza schiacciare e lo tengo da un lato con le mani lasciandolo penzolare in modo che si allunghi con la forza di gravità, girandolo perchè si allunghi in modo uniforme, poi lo metto sulla teglia (sottile di alluminio coperta di carta forno) e lo tiro ancora un po' verso lì'esterno.
Su questa ci ho messo le olive schiacciandole bene e poi ho cosparso di olio del vasetto, senza affogarla ma bella bagnata. Ho sparso anche un altro po' di sale affumicato. L'ho lasciata riposare mentre si scaldava il forno, coperta con uno strofinaccio.
Quando è scattato a 200 gradi l'ho infornata per 15 minuti. Buonissima tiepida ma anche il giorno dopo.

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

49 commenti:

Baol ha detto...

Dì la verità, stai facendo di tutto per farmi pesare il fatto che non riesco nemmeno a fare un saltino a Bergamo, vero?!

stelladisale ha detto...

:-)
senti un po' a proposito di saltino, non è che per caso sabato 28 sei a milano? perchè io farò un saltino all'algheria, nel pomeriggio...

Aiuolik ha detto...

La focaccia mi piace, ma mi piace molto di più quello che dici in merito a foto e blog. Sono perfettamente d'accordo con te, visto che, come te, fotografo di fretta, senza una reflex, con gli stessi piatti (ovvero quelli in cui mangio) e senza luci o strumentazioni da fotografi. Devo anche dirti che le tue foto non sono niente male :-)

stelladisale ha detto...

aiuolik, perchè non hai assaggiato la focaccia ;-)
grazie, le foto a volte mi piacciono a volte no, se c'è il sole non vengono male, e si vede che la definizione non è un gran che, ma insomma sono le mie... bacioni sto seguendo il tuo progetto artusiano :-)

Fra ha detto...

io trovo le tue foto molto belle proprio per il loro aspetto di vero, di cibo fatto in casa, cucinato con amore e passione.
COme questa focaccia che ha un aspetto assolutamente delizioso
Un bacione
fra

marta ha detto...

La focaccia è stupenda! Anche senza reflex ;O)

Saretta ha detto...

Parliamo delle mie foto allora?Io ho scritto ad Enza che fotografo quel che mangio, praticamente sempre di sera, per di più!
mmazza, sta focaccia dev'essere super!!!devo ritentare con la PM..;)

CorradoT ha detto...

Bella ricetta, mi piace l'uso del sale affumicato, devo provare...
E le foto vanno bene cosi', vai tranquilla!

PS - Lo sai che ieri sera dalle 19,45 in poi c'era uno streaming della Voiello con una "gara" tra foodbloggers, e che prima che iniziassero a cucinare hanno letto brani tolti da vari blog, con dichiarazioni sul foodblogging? Citavano sempre la fonte,e: C'eri anche tu!!!!


PS 2 - Ho pubblicato delle ricette rinascimentali, forse c'e' qualcosa che ti puo' interessare.
CIAO

Nirvana77 ha detto...

FANTASTICA!!!!!
Appena riesco a procurarmi la farina 0 ci provo! :o)

Sono d'accordo con te sulle foodfoto...devo essere assolutamente realistiche.. peccato che le mie vengano sempre bruttissime !!! :o(

Baciii

Fedra

salsadisapa ha detto...

...e infatti dietro il tuo bel blog ci sta proprio una bella persona :)

Federica ha detto...

fantastica questa focaccia! complimenti!

Monique ha detto...

Stella, sono pienamente d'accordo con te sulla storia delle foto e del resto. Sopratutto sul fatto che è la cucina di casa, che anche una semplice scaloppina merita di essere pubblicata e fotografata, anche se non c'è nel piatto quell'ingrediente introvabile per cui il blog ti costringerebbe ad attraversare la città in macchina in ora di punta (cosa che, almeno personalmente, va contro altre scelte..)
Forse sono stata un po' contorta ma spero di "essermi capita"!

stefi ha detto...

Stella, che profumo che sento!!!!
un connubio perfetto, complimenti!
Buona giornata!

Edi ha detto...

Adoro la foccaccia... anche se ne limito le scorpacciate è sempre un piacere!!

Mimmi ha detto...

Io ammiro la tua focaccia da lontano perché non ho la pazienza né la costanza di mantenere la pasta madre in vita, mentre condivido in pieno quanto affermi in merito ai blogger e alle loro foto. Io non ho seguito la discussione (vedró di fare un salto da quelle parti), ma quello che ultimamente ho notato é che molte persone si prendono troppo sul serio ed é un peccato. Credo che cosí facendo, si perda lo spirito stesso per cui un blog nasce. Come dici tu, é uno spaccato della nostra vita. Che senso ha cercare di stare sempre in prima fila?
Buona giornata!!

Barbara ha detto...

Ohh che bello non sono la sola che si domanda "come mai stavolta è venuta così buona??". E, personalmente, la seconda volta che realizzo un piatto, non viene MAI altrettanto buono. La terza... chissà!
Condivido le tue opinioni sulle foto, però permettimi di complimentarmi con te: fai foto belle, che rendono appieno i risultati culinari che ottieni, mostrano, spiegano, dettagliano.. il necessario, senza strafare!

Barbara ha detto...

Dimenticavo, chiedo venia: bella focaccia! Non conosco però il sale affumicato. Conferisce un gusto particolare, vero?

stelladisale ha detto...

grazie!! a tutti, non lo dicevo per avere dei complimenti eh :-)
io comunque parlo per me e non ho niente contro i blog più professionali, se non mi piacciono passo oltre e stop

corrado, sto guardando il filmato qui: http://blog.voiello.it/streamingwebqb/
grazie per avermelo segnalato, ha citato il mio ultimo post dei crackers! :-)
adesso voglio vedere sandra cosa combina :-)

marcella ha detto...

Mi vien voglia di venire il 28 a Milano per farmi dare un pezzo della tua pasta madre!
Addenterei il monitor, se poi non dovessi pensare al dentista! ;-)))
Sei troppo brava!!!
Mi ha fatto morir dal ridere il tuo modo di tirare la pasta: usare la forza di gravità!!!!
E concordo con te sulle foto dei blog!

stelladisale ha detto...

barbara si il sale affumicato ha un sapore particolare che mi piace molto, lo si trova anche in internet nei siti di sali e spezie

manu e silvia ha detto...

E' splendida e perfetta!! la doratura creata dal sale in superficie ci fà morire..e chissà com'è gustosa e soffice!!
pecchato ci sia lo schermo di mezzo!
un bacione

stelladisale ha detto...

marcella, vieni dai! fammelo sapere prima che rinfresco la pm...

LaGolosastra ha detto...

se non fossi già sotto il piumone andrei a rinfrescare la pm. La tua focaccia è meravigliosametne golosa.

Mi sono ritrovata alla lettera in quello che hai scritto, pensa che 2 settimane fa ho fatto le briochine vegan con la pm e non mi ricordo come ho rielaborato la ricetta di Azabel! In quanto alle foto io mi astengo dal commentare, non posso neppure immaginare di competere con certe meraviglie che si vedono in giro!

Lisette ha detto...

Che bel post stellina! sono d'accordo con te riguardo le foto ed è vero in fondo ogni post è bello o meno perchè rispecchia la persona che c'è dietro. il tuo mi piace sempre da morire, è serio, preciso ma non si prende troppo sul serio.io ti seguo sempre anche se non sempre lascio dei commenti.ecco, so che se prendo una ricetta dal tuo blog, verrà bene perchè si vede che fai le cose per bene. bacioni

Lo ha detto...

bhe le foto devono parlare...dicevo proprio da enza ch ele immagini devono creare rappresnettazioni mentali che le parole non danno...ma non devono raccontare bugie...e io vedo che questa focaccia

stelladisale ha detto...

cri, che nervoso eh quando non ti ricordi :-) poi le rifai e non ti vengono uguali... adesso non buttarti giù per le foto...

lisette, grazie, ci provo, anche io seguo te, sei uno dei miei riferimenti macrobiotici :-)

lo, si, devono parlare, mi sa che s'è interrotto il messaggio ma ho capito :-)

Daphne ha detto...

Ma che bel post, mi piace molto quello che scrivi e condivido pienamente.
Il tuo blog è uno dei primi che ho messo tra i preferiti.
Ultimamente non riesco ad essere troppo precisa con le foto, troppo poco tempo,troppe poche ore di luce..ma non importa, vorrà dire che a distanza di tempo mi riporteranno a questo periodo tanto incasinato.
La tua focaccia è stupenda, il sale affumicato ultimamente lho beccato anch'io nel biologico...è una cosa che mi manca ma devo assolutamente provarlo!
Complimenti anche per i cracker, voglio farli anchio al più presto.

stelladisale ha detto...

grazie daphne :-)

Scribacchini ha detto...

Ciomp! Ho tutto l'occorrente tranne la pasta madre ma basta che non te lo dica, giusto ?
Smack. Kat

stelladisale ha detto...

kat, non ho niente contro il lievito di birra :-)
bacioni buon fine settimana

Elena ha detto...

Ciao cara...ho linkato quì una tua ricetta...baci
http://lamontagnaincantata.blogspot.com/2009/11/pane-con-zucca-rossa-e-lievito-madre.html

Sorriso ha detto...

La focaccia sembra niente male, una fetta la prenderei con molto piacere! Complimenti!!!
Per la questione delle foto ed i blog condivido il tuo pensiero, il mio blog è sia un divertimento, una valvola di sfogo che un archivio personale.
un Sorriso...

lise.charmel ha detto...

a me questa tua foto sembra molto bella, vien proprio voglia di prenderne una fettina
è vero, ci sono blog di tutti i tipi e ognuno ha la sua dignità. io faccio le foto caserecce (alcuni piatti addirittura sono presi ancora dalla padella) e non sarò mai quella degli allestimenti chic (al massimo faccio una correzione rapida con un programma di fotoritocco, ma proprio di base), anche se mi piace tanto vederle negli altri.
perché penso che da tutti si può imparare qualcosa. buon w-e
(ps: il 28 posso chiederti anch'io la pasta madre? mi piacerebbe tanto imparare a impastare e fare pane e focacce)

stelladisale ha detto...

elena, grazie, sono passata

sorriso, grazie, si è così un po' per tutti, non c'è bisogno di farla più grande di quello che è

lise, sono daccordo, da tutti si può imparare, anche tu vieni all'algheria? :-) fammi sapere un paio di giorni prima così rinfresco la pasta madre, la mia mail è nel profilo

marcella ha detto...

Uffa! Il 28 ho un impegno!
Ma non mancherà l'occasione per "spacciare" un po' di madre, vero?;-)

Giò ha detto...

sai quante volte mi capita di non segnarmi le ricette? una rabbia se poi mi viene bene!
proverò a riprodurre la tau focaccia anche se mi manca il sale vichingo..devo fare rifornimento

simo e ... ha detto...

è vero, spesso è un caso quando le cose ci vengono più buone del solito ... però direi che è tutto merito nostro, dell'amore che ci mettiamo, dell'esperienza chea abbiamo acquisito facendo e rifacendo ... e poi magari un pizzico di fortuna!
ciao, che bella focaccia, me la mangerei tutta!

Isafragola ha detto...

Ciao Stella,
sulle foto e sui blog hai dato perfettamente forma al mio pensiero. Il blog è un po' come casa nostra e ci dobbiamo sentire noi a nostro agio; se poi piace anche agli altri meglio. Buona la tua focaccia, adoro le olive taggiasche!

Milla ha detto...

Hai perfettamente ragione un blog deve essere vero, e rappresentare ciò che realmente siamo no una contraffazione di noi stessi e di ciò che facciamo. A me piace molto la fotografia, mi diletto a cucinare, a fotografare e ho a disposizione un'ottima attrezzatura che mi supporta e mi facilita. Ma di certo non rinuncio a mangiare un piatto appena fatto per postarlo sul blog, piuttosto non lo posto e basta. Evito però anche le foto veramente scadenti, perchè quelle dove i cibi sembrano già digeriti veramente non mi sentirei di postarle, anche per rispetto altrui!

Divagazioni a parte questa focaccia è venuta benissimo, e fa una gran gola, segno subito le dosi!
a presto

spighetta ha detto...

Sono daccordo con Lo, mi piace sempre quando una foto riesce a comunicare oltre le parole, quando è invitante...quando vorresti allungare la mano oltre lo schermo e dare un morso alla pietanza che hai di fronte...
La foto ha un senso se va oltre la descrizione e non è solo esercizio di mero virtuosismo che è sempre troppo eccessivo :)
La tua focaccia è già nella lista delle prossime ricettine da testare...visto che ho la prole della tua buonissima pasta madre!!!

Daphne ha detto...

A questo punto tu non puoi mancare :)
Domani dai un occhiata al mio post, accetti la sfida? ;)
Baci ^_^

NGirl ha detto...

A me le tue foto sono sempre sembrate bellissime :-) Ne sono rimasta colpita fin dalla prima volta che sono entrata nel tuo blog. E questa focaccia sarà sicuramente buonissima! :-)

stelladisale ha detto...

grazie a tutti :-)

Gingi ha detto...

che buona e bella focaccia! l'ho replicata l'altro ieri, è finita in un baleno e oggi la rifaccio.. è vero, la focaccia con la Pm viene più alta e più morbida, più "panosa" direi, ma a me questa è piaciuta moltissimo! grazie grazie, evviva stella!

lise.charmel ha detto...

uh, niente, il 28 abbiamo fissato la riunione del gruppo di acquisto, niente pasta madre, ma grazie per la disponibilità (intanto mi spulcio il sito dell'algheria, chissà)

Gingi ha detto...

Stella l'unica cosa che non mi torna sono le dosi dell'acqua... per 150 gr. di PM + 300 circa di farina avrò messo sì e no 150 ml. di acqua... così, solo per curiosità, per il resto è venuta buonissima anche questa seconda volta, con il rosmarino e non con le olive.)))

stelladisale ha detto...

lise, peccato, fammi sapere se vuoi che te la mando per posta...

gingi, si, per questo infatti ho scritto che ho aggiunto altra farina impastando... non troppa perchè deve essere molto molle, l'impasto... il mio procedimento comunque non prevede di aggiungere l'acqua per ultima fin che ne assorbe, ma il contrario, cioè prima si scioglie la pm con acqua e malto, la si usa tutta quindi l'acqua, e poi si aggiunge la farina finchè non si appiccica troppo alle mani... se cambi procedimento viene diversa

Gingi ha detto...

sì sì, anche io sciolgo prima la PM con acqua e malto o olio o quel che c'è e poi aggiungo la farina... è che faccio sempre tutto ad occhio e non avevo mai fatto caso alle dosi!!! grazie!

Maurina ha detto...

Ha un aspetto davvero delizioso, non ho la pasta madre ma una buona biga andra' bene ugualmente. Grazie!