mercoledì 24 giugno 2009

Tofu fatto in casa


Il tofu non è difficile da fare in casa, bisogna solo prenderci la mano, a me al primo tentativo non m'è cagliato bene, per esempio, ma al secondo è venuto bene, ed è vero che il sapore del tofu fresco fatto in casa è molto più buono di quello che si compra.
Io ho fatto così (ho guardato vari procedimenti in internet e sui libri e alla fine ho fatto un misto come sempre).
Ho usato come unità di misura un bicchiere da 250 ml per la soia secca e per l'acqua. Un bicchiere di soia sono circa 150 gr. Servono 7 bicchieri di acqua e uno di soia (secca cruda).
Ho usato un cucchiaino di nigari, bello pieno. La prima volta ne avevo usato mezzo ma visto che non aveva cagliato molto ho aumentato la dose. Il nigari comunque non ha sapore, è cloruro di magnesio, che si trova anche in farmacia se non avete un negozio bio nei paraggi.
Ho messo a mollo i fagioli di soia in acqua per 10 ore circa, la prima volta non li ho pelati, la seconda volta ho avuto l'ideona di pelarli dopo l'ammollo, è un lavoro noioso ma ho pensato che così frullava meglio e magari l'okara mi rimaneva più commestibile... Comunque si scolano e si sciacquano.
Poi si frullano bene, il più possibile, con 6 bicchieri di acqua (cioè 1 litro e mezzo). Si mette il tutto in una pentola alta (perchè si gonfia) e si fa bollire qualche minuto (foto 1). Si filtra. Quello che rimane è l'okara.
Io ho usato un colapasta e della garza sopra un'altra pentola. Si stringe bene la garza e coi guanti si strizza bene per fare uscire il latte (foto 2). Si mette la pentola con il latte di soia sul fuoco e quando bolle si abbassa e si fa bollire per 10 minuti (foto 3). A quel punto ho aspettato 5 minuti che si raffreddasse leggermente (se avete un termometro la temperatura ideale sembra essere 85 gradi). Ho sciolto il cucchiaino di nigari in un'altro 250 ml di acqua e ho buttato tutto d'un colpo nel latte, una mescolata e ho aspettato 10 minuti. Avevo letto di fare versare il nigari in tre riprese, mescolare, fermare, eccetera ma visto che la sera prima non aveva funzionato e che ho visto un filmatino dove lo buttava tutto d'un colpo... Comunque dopo 10 minuti era cagliato (foto 4).
Ho filtrato in un colino con la garza e poi ho fatto una sorta di pressa improvvisata con una scodella e il bollitore pieno d'acqua (foto 5). Ho lasciato così mezz'ora, poi l'ho tagliato e messo in acqua (foto 6). Si conserva così per una decina di giorni.
Si può mangiare anche subito condito con olio, salsa di soia, acidulato di riso, o come si vuole.

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

23 commenti:

Sara ha detto...

Io sono in una fase di soia mania, ieri ho fatto il ragù proprio con il granulare di soia e il tofu è ormai pane quotidiano dal momento che il mio ragazzo per un intolleranza al momento deve evitare sia il formaggio che la carne. Per questo il tuo blog in questi giorni sta diventando la mia maggiore fonte di ispirazione! Non so se mi metterò a fare il tofu in casa ma grazie comunque, per questa e per tutte le altre tue scoperte che condividi con noi.
Sara

Saretta ha detto...

Nulla è impossibile a Stella!!!

Anonimo ha detto...

UAU!!!!
nonstante non abbia più il tempo di..
questa me la stampo e ci provo ;-)
t.

marcella ha detto...

Spettacolooooooo!
Brava, davvero.
La procedura che hai usato è un po' diversa da quelle che conosco io, e quindi me la salvo subito!
Buono appena fatto, eh? Non sembra neanche tofu!
Quanto te ne è venuto, in grammi, con quella quantità di soia?

Cobrizo ha detto...

dopo l'anticipazione, ero qui seduta ad aspettarti! ;-) grandiosa stella! pensa che ho la ricetta lì, sul davanzale della cucina da più di un anno che mi aspetta... chissà che arrivi prima o poi quel dì! ;-)
p.s.: quanto ne viene con le tue dosi?

stelladisale ha detto...

sara, grazie a te, non è complicato come sembra, comunque :-)

saretta, eh magari :-)

t., eh ti punto anche io...

marcella, forse può cagliare anche meglio, me ne sono venuti poco più di 200 grammi, ma la soia era 150 grammi... farne di più non mi va per via delle pentole eccetera, e poi ecco quello che mi manca è qualcosa per pressarlo...

roberta, e io lo sapevo che qualcuno stava aspettando, infatti l'altra sera non m'è riuscito ci ho riprovato subito, alla terza verrà perfetto :-)
con 150 gr di soia (pochissima) m'è ne venuto 200 gr poco più

marcella ha detto...

Ma sai che hai avuto un'ottima resa?
Il massimo è il raddoppio del peso rispetto alla soia secca, cioè avresti dovuto ottenere circa 300 grammi di tofu, ma già così mi sembra buono!
Per pressare intendi la polpa quando è calda o il tofu appena fatto?
Nel secondo caso esiste il pressa-tofu (ma va benissimo anche un canestrino come hai usato tu) che va schiacciato con un peso; la maestra usa un bel sasso del Po!!! :-)))

Fra ha detto...

grazie un post davvero interessante e le foto sono davvero esplicative
Un bacione
fra

stelladisale ha detto...

marcella, si l'ho letto anche io, al massimo si arriva al doppio di peso... poi penso ci sia più resa col coso di calcio là come si chiama...
intendo pressare il tofu, per schiacciare l'okara basta mettere i guanti e usare le mani, ho visto nel libro una scatoletta di legno apposita ma chissà dove si compra, andrebbe bene anche un setaccio tondo ma quello che ho è troppo grande, e comunque devi trovare una cosa tonda della misura giusta per pressare...

marcella ha detto...

Trallallero, trallallà, la scatola si compra qua!!!!

http://www.progettogaia.it/bioshop/fr_main_shop_strilli.asp?ID_LINE=10361&REPARTO=Attrezzi_cucina

P.S: io ci avevo già buttato l'occhio! ;-)))

Morrigan ha detto...

Cara Stellina leggere il tuo blog è sempre un piacere e uno sprone per poter autoprodurre, con un minimo di buona volontà, alimenti come questo!
Brava cara Stella!
Gnam d'obbligo anche per tutte le ricette passate!

stelladisale ha detto...

Fra, grazie, bacioni :-)

marcella, grazie vado a vedere :-)

morrigan, ciao! bentornata :-)
bisogna avere un po' di tempo libero, grazie :-)

Daphne ha detto...

Ma guadda guadda, quante cosette sai fare ^_^
Tofu no ricordo bene sapore ma comunque non posso manco quello O_o
Però se mi facessi un po del tuo latticello magico quello si lo assaggerei volentieri :D
Mi ispira un sacco ^_^
Baci!

genny ha detto...

ora, ammetto che il tofu no mi piace...e le cose di soia in generale..però tu..sei bravissima!!volevo segnalarti , se ti interessa, ogni sabato ( tutto il giorno ) e il mercoledì sera a osnago il mercato dei produttori...formaggi e verdure e carni(ma non ti interessano mi sa:D)...se ti capita di passare 8 So che sei di bergamo ma non squanto oltre l'adda:DDD))ciao!

spighetta ha detto...

Che bello vedere una ricetta diversa da quella che avevo per fare il tofu home made ;)
Proverò presto anche questa. Brava e continua così !!

stelladisale ha detto...

daphne, ciao, il latticello basta frullare la panna e magicamente lo puoi fare anche tu in 10 minuti, e hai pure il burro...

genny, grazie per l'indicazione e per i complimenti

spighetta, grazie, tu come lo fai?

Nirvana77 ha detto...

Che brava......!!!!

Baci!

FEdra

spighetta ha detto...

Io ho seguito per filo e per segno la ricetta della cuoca petulante e devo dire che è venuto eccezionale. Non ho sgarrato neanche di un etto ;)
ora attendo una ricettina per l'okara...io ne avevo fatto delle polpette (e te pareva ;) ed un ripieno per una torta di verdure...mooolto buona. Non posso postarle perchè è stato prima di aprire il blog...mi sa che mi devo cimentare di nuovo!!

stelladisale ha detto...

veramente anche io ho seguito quella, più o meno ;-)

stefi ha detto...

Bravissima!!!!!!!
Ti è venuto benissimo!!!!!!

Lo ha detto...

ti è venuto benissimo...devo provare anche io con il nigari!!! un bacione

Lisette ha detto...

brava!..è da tanto che volevo provare, mi sa che questo weekend che sono a casa da sola capita a fagiolo. sperem...

Talita ha detto...

I never tought to do homemade tofu. Doesn't look too hard. =)