martedì 21 aprile 2009

Focaccia ripiena di piantaggine


Ancora piantaggine.
La focaccia è la solita focaccia, anzi no, c'è una piccola differenza, è praticamente senza impasto. Il trucco per non impastare è lasciare l'impasto molle, quasi appiccicoso, e fare le pieghe, e usare la manitoba (anche se io preferisco metà manitoba e metà integrale o semola).

200 gr pasta madre rinfrescata la sera prima e lasciata tutta notte a lievitare
400 gr farina manitoba bio
1 cucchiaino malto di riso
1 cucchiaio olio evo
1 cucchiaino sale marino integrale
acqua tiepida


Ho impastato lasciando per ultimo il sale fino ad avere un impasto molle, difficilmente maneggiabile, un po' appiccicoso ma non troppo. Praticamente più che impastare si amalgamano bene tutti gli ingredienti e basta.
Ho fatto le pieghe del secondo tipo e lasciato la pallona a lievitare 5/6 ore.
Poi ho diviso in due e fatto di nuovo le pieghe, lasciato altre 2/3 ore le due palle a lievitare (c'era caldo quel giorno), steso con le mani formando due dischi uguali.
Nel frattempo avevo passato in padella della piantaggine scottata con olio e aglio e lasciata raffreddare.
Ho messo il ripieno su uno dei dischi, cosparso di pecorino grattugiato (se preferite una cosa vegana una grattugiata di mandorle ci sta benissimo come nel pesto del post precedente), coperto con l'altro disco.
Il ripieno non era liquido quindi non c'è bisogno di fare un cordolo intorno.
Ho lasciato riposare coperto ancora un'oretta, scaldato il forno a 180 gradi e poi cotto mezz'ora circa. Subito prima di infornarla l'ho pennellata con olio d'oliva. E' buona sia tiepida che il giorno dopo fredda.

vuoi stampare o salvare la ricetta? (.pdf)

Nei commenti al post precedente si parlava dei cestini fatti con gli steli di piantaggine e cat mi ha mandato le foto della sua mamma che fa il cestino, grazie cat :-)

20 commenti:

spighetta ha detto...

Buonaaa!!! Io queste focacce le adoro!!! Gnam.... ;)

LaGolosastra ha detto...

amo questa focaccia e adoro questi cestini!

manu e silvia ha detto...

Bè...dopo il primo piatto di ieri...non poteva che venirne anche il secondo!
davvero molto invitante questa focaccia e speldidi i cestini!!
baci baci

stefi ha detto...

Io non conosco la piantaggine ma a vedere queste tue foto sembra davvero buona!!!!!!!

Carolina ha detto...

Che meraviglia la tua focaccia!
La trovo perfetta per un bel pic-nic...
Mi piace proprio passare di qua!
A presto!

Lisa ha detto...

fantastica la focaccia ed i cestini sono stupendi fai tanti complimenti all'artista!!!!!

Saretta ha detto...

Stella, quanto mi piacerebbe cucinare ste cosine che fai tu!!!!
Sempre + brava.
bacioni

yari ha detto...

Mai provato a cucinare la piantaggine. Mi interessa molto questo impasto non impastato per la focaccia, lo proverò sicuramente.

Fra ha detto...

mmmmm golosissima!!!! al prossimo rinfresco di pasta madre la faccio
I cestini sono deliziosi
Un bacione
fra

CorradoT ha detto...

Sembra eccellente. Mai provato con la piantaggine. Ricetta copiata al volo, esecuzione da schedulare.

stelladisale ha detto...

grazie a tutti, ciao :-)

Nirvana77 ha detto...

che bella...ma come si fa a riconoscere la piantaggine? Ce ne sarà nei campi di Rho???Quasi quasi domenica mi lancio alla ricerca. L'ultima volta ho trovayto un bel po' di violette...ma le ho lasciate lì..troppo belle per sradicarle..

bacioni

Fedra

psp ho provato lo spezzatino di soia, niente male. ma davvero ha un po' la consistenza della carne (anche se più morbido) e non so se ti piacerebbe..

Elga ha detto...

Prenderei un enorme pezzo di questa bellissima focaccia e lo adagerei nel cestino...poi scapperei:)) Bellissimi entrambi

stelladisale ha detto...

Fedra, a rho magari ci sarà anche, un po' inquinata ma del resto se ci fanno pure gli orti intorno a milano... riconoscerla è facile perchè ha queste righe in verticale, stampati le foto e i disegni che trovi nei link del post precedente per essere sicura :-)

eh mi sa che non mi piace molto lo spezzatino di soia, secondo me va bene per chi ama la carne ma non la può o non la vuole mangiare...

stelladisale ha detto...

Elga, grazie anche a te

marcella ha detto...

Che meraviglia di focaccia!!!
Mi lasci la fetta che hai tagliato? Gnammm!
E tanti complimenti alla mamma dalle mani d'oro, per quei cestini !!!!

Giò ha detto...

mai provata la focaccio così: il tutto sta nel trovare la piantaggine!

Dual ha detto...

Ottime queste focaccine!

Michela Piccolo ha detto...

Buon giorno, sono molto interessata all'uso della Piantaggine in cucina, ma ho paura a raccoglierla, esistono delle specie simili velenose? come posso riconoscerla senza rischiare nulla? Grazie ancora.

stelladisale ha detto...

ciao michela, nel frattempo ho cambiato blog, la piantaggine non c'è pericolo di confonderla con qualcosa di velenoso, tranquilla, soprattutto la riconosci dalle righe verticali, in questo post: http://www.stelladisale.it/2009/04/riso-integrale-pesto-di-piantaggine-e-asparagi/ trovi le immagini e i link ai tre tipi di piantaggine che hanno forme leggermente diverse ma tutti e tre commestibili e facili da riconoscere, stampati le immagini e non puoi sbagliare :-)