venerdì 27 marzo 2009

Per cicoria











Mercoledì sono andata "per cicoria", che vuole dire raccogliere erbette, quelle due che conosco. Abbiamo raccolto il tarassaco e soprattutto delle altre erbe che mia mamma chiama "altro tipo di tarassaco" e che mi sembrano quelle che cat chiama crenchene e potrebbe essere questa, forse. Sono diverse dal tarassaco, crescono più in orizzontale appiccicate al terreno, hanno le foglie più frastagliate e la costa leggermente rossiccia alla base. Sono quelle di destra nell'ultima foto. Quello a sinistra è il tarassaco. Comunque il sapore è simile, leggermente amarognolo.
E' anche una scusa per fare due passi in mezzo al verde, con queste giornate bellissime che ci sono state. Il posto è lo stesso delle castagne.
Voglio tornare attrezzata per raccogliere le ortiche quando crescono un po', e altro tarassaco, che fa benissimo e non è poi così amaro se mangiato crudo o scottato un minuto. Poi vi dirò cosa ne ho fatto. C'era pieno di fiorellini, primule, violette, crochi, anemoni, ma non ne ho raccolti, neppure due primule da mettere in insalata, mi fa strano mangiare i fiori ed è un peccato raccoglierli.

18 commenti:

stefi ha detto...

Con l'arrivo della primavera anche se ancora un pò stentato, viene voglia di andare in giro a raccogliere tutti i prodotti che la terra offre.

stefi ha detto...

Scusa mi sono dimenticata di salutarti, a presto baci baci!!!!!!

Fra ha detto...

Mi piacerebbe ampliare un poì la mia conoscenza delle esrbe selvatiche...una domenica di queste devo rapire la mia nonna! ;D
Un bacione e buon fine settimana
fra

Cobrizo ha detto...

questi momenti aprono il cuore! bisognerebbe solo concederseli più spesso. ;-)
... e poi il piacere prosegue in tavola. che soddisfazione!

Saretta ha detto...

Cavolo, io invece devo rientrare alla base per andare per cicorie accidenti!Per il momento mid evo limitare ad ammirare le vs raccolte, che bella la primavera!
bacione

stelladisale ha detto...

stefi, ultimamente sento proprio il bisogno di vederle e sentirle le stagioni, baci :-)

fra, anche a me piacerebbe perchè non so un tubo di erbe, e non ho neppure la nonna :-)

cobrizo, vero, è diverso mangiare cose che hai raccolto tu, e pensare che una volta era normale...

saretta, si a milano il tarassaco meglio evitarlo :-) bacioni buon we

Mimmi ha detto...

Mi diverte l'idea di pensarti con la macchina fotografica in una mano e col coltellino/paniere nell'altra, entrambe impegnate a "cacciare" erbette :-)
Bellissimo posto dove vivi!
Buona giornata e buon WE
Mik

Virginia ha detto...

Un bellissimo giretto, Stella...beata te!

cuochetta ha detto...

Sai Stella che ho da poco sbollentato il mio tarassaco? Io però non fidandomi di quello che posso raccogliere di mia mano, lo compro dalla mia contadina di fiducia che ha un'azienda a Montà d'Alba... Ora devo solo decidere che cosa preparare... frittata, strudel salato, risottino... Tu che ne hai fatto? sono curiosissima!
Anna

stelladisale ha detto...

mik, e la prossima volta una terza mano per le foto delle erbe "che magari ci sono ma se non ho la foto non le riconosco" :-) in realtà mia mamma raccoglieva e io facevo le foto...

virginia, ciao :-)

anna, per il momento ne ho mangiate un po' crude, poi ne ho mangiate un po' scottate, poi ne ho frullate un po' col tofu, ci sto ancora pensando, niente di complicato... :-)

Lo ha detto...

hai ragione la naturain questi giorni esplode...ma come te non sono capace di raccogliere fiori sono troppo belli!

marcella ha detto...

Le ho mangiate lunedì sera, perchè la mia vicina di casa me le regalate! Che buone! Semplicemente sbollentate!
Sono erbe che fanno benissimo al fegato, lo depurano e lo aiutano a stare meglio!

Ma guarda che strano: la natura, in primavera, ci offre delle erbe che ci fanno bene. Che ci sia un nesso logico? ;-))))

P.S. che bei posti ci sono dalle tue parti!
P.P.S. ho fatto i miei primi germogli! Che emozione!

stelladisale ha detto...

lo, tolti dal loro spazio perdono di senso... buon we

marcella, vero? chissà come mai proprio in primavera la natura ci da un depurativo! :-) germogli di cosa? io sto facendo quelli di senape...
carino vero quel posto? e il silenzio che c'era... è la valcavallina, non è che sia un paradiso neh, è piena anche lei di fabbrichette e seconde case come tutte le valli bergamasche...
bacioni buon we

Serena ha detto...

Anch'io non capisco molto di erbe ed erbette però so che quando mia suocera me ne cucina di quelle che racoglie lei, ne vado pazza.
:)
Belle foto, danno una sensazione di serenità forte.
Grazie per la boccata d'aria...

marcella ha detto...

Ho fatto i germogli di fagiolo mugo (mi sembra che si chiami così), ma ho scoperto che non sono altro che germogli di soia!
Di senape? Devo colmare la mia ignoranza in fatto di germogli!

stelladisale ha detto...

serena, grazie

marcella, fagiolo mungo, buoni :-)
sembra che la soia verde e il fagiolo mungo siano la stessa cosa e che l'unica soia vera sia quella gialla...
ma no faccio sempre gli stessi, lenticchie, fagiolo mungo, crescione... sta senape ce l'avevo in una bustina da tanto tempo...
buona domenica

cat ha detto...

ueila stella che bottino!
forte la definizione della mamma "altri tipi di tarassaco" ;O)
devo organizzare un girettino didattico a caccia di erbette???
saluti golosi, cat

stelladisale ha detto...

cat, mi ero documentata su tutte le proprietà del tarassaco e sono tornata a casa con un borsa piena di un'altra roba :-) e me ne sono accorta solo perchè ho visto il tuo post... mi sa che lo dovresti proprio organizzare un girettino didattico ;-)