martedì 23 febbraio 2010

Marmellata di arance e pectina naturale



Ultimamente sembra non faccia altro che marmellata di arance, l'ho già fatta 4 volte sempre diversa e sempre buona. In giro ci sono un sacco di ricette. Questa è quella che preferisco, anche se c'è lo zucchero (ho provato anche col malto, buona ma non è proprio la classica marmellata).

La ricetta è simile a quella dell'artusi, questa. Solo che non ho messo acqua, neppure il limone e ho messo meno zucchero e ho messo anche lo zenzero e ho anche provato a fare la pectina naturale. La ricetta è simile anche a quella di claudia, ricetta di famiglia tramandata da generazioni, ecco chi gliel'ha data all'artusi la ricetta! :-)
Mi piace perchè delle arance si usa tutto, e si fa in un attimo, tranne ovviamente i tempi morti della cottura e dell'ammollo, che comunque non c'è neppure bisogno di mescolare spesso. Facilissima.

La storia della pectina naturale invece mi incuriosiva da tempo. Praticamente si fanno cuocere a lungo (a bagno maria o a fuoco bassissimo) gli scarti della frutta (torsoli e buccia di mele, buccia e semi di agrumi) e poi si lascia a colare, se non è abbastanza densa si cuoce ancora un po' e quella è pectina che si può aggiungere alle marmellate come addensante.

Marmellata di arance

Ho messo a mollo nell'acqua 4 arance dopo aver bucherellato la buccia con la forchetta, le ho lasciate 3 giorni cambiando l'acqua 2 volte al giorno, mattino e sera.
Poi le ho tolte dall'acqua, ho eliminato le due calotte e le ho poi tagliate in quarti e poi in fettine sottili e le ho pesate. Erano circa un chilo.
Ho messo in pentola, quella di ghisa, aggiunto 300 grammi di zucchero di canna di quello chiaro, mischiato bene e messo sul fuoco con 60 grammi circa di zenzero tagliato a dadini piccoli e un paio di cucchiai di pectina fatta da me come spiegato sotto. Ho cotto per un'oretta e lasciato riposare tutta notte fuori dal frigo, il giorno dopo ho cotto un'altra oretta, invasato e sterilizzato. Sia lo zenzero che la pectina si possono omettere, così come ci si deve regolare con la quantità di zucchero secondo i gusti.

Pectina

Ho tenuto lo scarto di 4 o 5 mandarini e di un pompelmo che avevo spremuto (semi, parte bianca, buccia, tutto), ho tagliato a pezzi e frullato, messo in un pentolino con un po' di acqua, solo quella che basta per arrivare al bordo delle bucce, non di più, controllate che non galleggino ma che siano appoggiate sul fondo, ho cotto a fuoco bassissimo per 2 ore e poi ho messo in un colino fitto a scolare tutta notte. Il giorno dopo ho messo il succo colato in un pentolino ed ho cotto ancora un'oretta fino ad addensare. Me ne son venuti un paio di cucchiai.
Visti i tempi lunghi sarebbe meglio farne una quantità maggiore, basta mettere in freezer gli scarti della frutta mano a mano e quando se ne hanno un chiletto si fa la pectina, tanto poi si può conservare, avevo fatto una prova anche con le mele ed era venuta bene, si può fare un misto di mele e agrumi, quello che si vuole. Dosi consigliate: 100 grammi di pectina per ogni chilo di frutta, ma dipende dal tipo di frutta, comunque è la prima volta che provo, non sono neppure sicura che mi sia riuscita e non fatemi domande difficili.
Il procedimento lo trovate qui e anche qui.

21 commenti:

La cuoca Pasticciona ha detto...

Stella che che bellezza questa marmellata d'arance... presto la sperimento, io l'adoro, contrasto tra dolce e amaro della zesta é davvero buona... bacetto

stelladisale ha detto...

prova, io di zucchero ne ho messo poco, è un po' amarognola ma a me piace, baci

Anonimo ha detto...

Adoro la marmellata di arance e la Tua sembra davvero buona. Però scusa Stella quindi hai lasciato pellicina bianca e semi? Io per addensare la marmellata uso l'agar agar e viene benissimo.
Buona giornata!
Consuelo

stelladisale ha detto...

consuelo, si, si lascia tutto, i semi non c'erano ma se ci fossero è meglio toglierli, e usarli per addensare, si possono anche mettere in un sacchettino e cuocerli con la marmellata, l'agar agar l'ho usato quest'estate, vorrei provare a farla senza zucchero, solo con la pectina

Saretta ha detto...

Questa dovrei farla peril mio ragazzo..è la sua preferita!Ti è venuta una meraviglia STella, come sempre :D
Bacione

lise.charmel ha detto...

che buona la marmellata di arance con le scorze, così è anche bella croccantina, un vero piacere sul pane

La Titti ha detto...

Ha un aspetto meraviglioso!
Bello il procedimento per fare la pectina, me lo segno!

Nirvana77 ha detto...

Wow!!! sempre bravissima...posso ordinartene un vasetto? :o) Mi piacerebbe cimentarmi ma la pectina natuarle mi sembra difficilissima da fare...
Bacioni e.. buona settimana (anche se è già martedì!)
Fedra

Anonimo ha detto...

Avrei sempre voluto farla senza zucchero ma ho paura che non si mantenga molto e quindi ne metto poco ma lo metto. Tu che dici a questo proposito? Con la pectina e senza zucchero si mantiene? Grazie!
Consuelo

stelladisale ha detto...

saretta, falla, è comodissima davvero, devono piacere le scorze però, baci

lise, buonissima

la titti, grazie, si e non è complicato, solo lungo

fedra, falla senza pectina, nella ricetta in realtà non c'è nessuna pectina, c'è più zucchero però...
bacioni :-)

consuelo, la pectina non credo aiuti la conservazione, serve più che altro per addensare, che aiuta la conservazione è lo zucchero, però se si sterilizzano i vasetti si dovrebbe conservare anche senza zucchero, quest'estate l'ho fatta senza zucchero, di more e di pesche, ma ci ho messo in una il malto e nell'altra il succo di mela, che sono comunque zuccheri, sono nell'elenco qui in parte, devo averne ancora un paio di vasetti, li ho tenuti apposta per vedere se si conservava bene

marcella ha detto...

Ma che spettacolo!!!!
In effetti non è troppo lunga da fare: mi sa che questo fine settimana mi cimento!

simo e ... ha detto...

è buona e pure bella! Mantiene lo splendido colore arancione per tutto il tempo ... Anche io già ne ho fatti una quindicina di kili ... e se non fosse per la stanchezza continuerei...

Ah, se ti va passa da me, c'è un giveaway per tutte voi!
simona

stelladisale ha detto...

marcella, no no non è lunga e non si spreca niente :-)

simo, ok passo, il colore è bellissimo davvero

Lo ha detto...

interessantissime entrambe le idee...la marmellata provo...dici che serve la pectina per addensare? o anche senza? magari un pelino di agar agar...medito! :)

Isafragola ha detto...

Dei tuoi post mi piace il fatto che tutto sembra facile e persino alla mia portata ;-) La marmellata di arance è la mia preferita, ma mi sa che rimando all'inverno prossimo l'autoproduzione.

ViaggiandoMangiando ha detto...

che buonissima! è la mia preferita!

stelladisale ha detto...

lo, la pectina io ho provato a farla per curiosità ma secondo me è più adatta ad altri tipi di marmellata, questa comunque la devi cuocere a lungo perchè ci sono le scorze e nelle ricette originali non c'è nessun addensante, comunque un pochino di agar agar messo gli ultimi 10 minuti può essere utile...

isa, le cose che faccio io sono sempre semplici è per questo che sembrano semplici :-)

Aiuolik ha detto...

Quando ho visto tutte quelle scorzette ho pensato "assomiglia a quella di sua Maestà", poi ho continuato a leggere e in effetti sono parenti :-)

Isafragola ha detto...

No stella, è che tu sei brava e le cose ti vengono, sentono la mano del padrone ;-) Ho appena finito di impastare il pane dell'ultimo post, lo lascerò lievitare fino al tardo pomeriggio e vedrò cosa viene. Buonanotte!

stelladisale ha detto...

aiuolik, è lei :-)

isa, quelle che non mi vengono non le metto nel blog ;-)

Valery ha detto...

Ciao ho un premio per te....t'aspetto sul mio blog ...a prewsto Valery