lunedì 29 marzo 2010

Palline riso nori ume


Mai stato così fermo sto blog come in questo periodo, mah, secondo me è fisiologico, vedo che non capita solo a me, dopo 2/3 anni ci si stufa d'avere un blog, lo si abbandona o lo si trasforma in qualcos'altro o comunque si rallenta notevolmente, poi io sono una che mi stufo anche facilmente per cui mi sembra di avere resistito anche troppo, comunque volevo segnalare due cose che ci saranno tra un mese circa:
Il giardino di delizia dove ero stata due anni fa e ne avevo parlato qui, e Officinalia dove forse andrò invece quest'anno per la prima volta e magari ci si incontra, non so.

Queste palline sono un classico spuntino macrobiotico, semplicissime, non sto neppure a fare il pdf per una ricetta che non è una ricetta ma un assemblaggio.
Basta prendere del riso integrale cotto (facendogli assorbire tutta l'acqua di cottura, senza sale, perlomeno io non lo metto), fare delle palline con le mani bagnate, infilarci un pochino di purea di umeboshi e avvolgerci intorno dell'alga nori tostata, un quadretto, un quarto del normale foglio da sushi. Per farla aderire bene basta bagnarla. Non sono carine?
Le avevo viste tempo fa qui.

17 commenti:

lagaietta ha detto...

hai ragione stella, anche il blog dopo un pò di tempo perde di tono!

il mio lo avevo abbandonato per almeno un anno, postando sporadicamente e anche senza chissà quale interesse,m ora però mi sono ritrovata di nuovo interessata e spero con nuove ricette che possano essere apprezzate!
a mio parere, la cosa fondamentale che tiene in vita un blog è solo il piacere di farlo senza dover entrare nell'ottica di "dovere" per forza scrivere per avere un seguito a tutti i costi.

un abbraccio
gaia

stelladisale ha detto...

ciao gaia :-) è vero deve essere una cosa spontanea che se si ha voglia si posta se no si fa a meno, che nessuno è indispensabile, l'ho visto il tuo blog nuovo :-)
bacioni

Vera ha detto...

Eh, la crisi, prima o dopo, arriva per tutti, e certe volte ritorna ciclicamente! L'unica è prenderla con filosofia e rispettare i propri tempi, posta quello che vuoi quando vuoi, e dopo un po' scrivere ridiventa naturale. ;-)

Lucia Pasqua ha detto...

FANTASTICHE! Descritte e fatte molto bene... per ma poi anche anti-colesterolo. :D

valina ha detto...

che peccato che stia passando la voglia...il tuo blog è talmente interessante...lo dico sul serio...io ho cominciato a seguire la macrobiotica un mese fa e qui ho trovato molti spunti e informazioni...Vorrà dire che mi leggerò tutti i tuoi post nell'attesa ( e nella speranza ) che ti torni la voglia!!

stelladisale ha detto...

vera, si credo sia normale, mi spiace vedere alcuni blog che mi piacevano completamente abbandonati o quasi, per cui non vorrei farlo anche io...

lucia, grazie ma sono proprio semplicissime da fare

vale, sto seguendo i tuoi percorsi su fb :-) grazie, sono contenta che il mio blog ti sia stato utile, anche se ce n'è di più macrobiotici come sai, a volte farebbe bene anche a me rileggermi i miei post, e rifarmi anche le ricette, che chi se le ricorda...

La Gaia Celiaca ha detto...

carine le palline

io sono all'inizio della blog-mania, ma immagino che possa capitare, io poi sono molto volubile quindi mi aspetto il peggio...

in ogni modo anche se posterai poco continuerò a seguirti, le tue non sono le "solite" ricette ma spunti e suggerimenti veramente utili

Saretta ha detto...

Il tempo balengo, la campagna elettorale da piangere,m il paese sottosopra..ti credo che perdi la poesia!!!;)
Anche se posti poo è sempre bello ed interesante rileggerti.Cavolo, aBelgioioso ci andrei volentieri!vediamo..
Bacione

Giulia ha detto...

umeboshi? che cosa sarebbe? Io le avevo viste senza alga nori e con dentro carpaccio di salmone fresco tritato, insomma un sushi rotondo. Carinissime comunque :)

stelladisale ha detto...

la gaia celiaca, il primo anno è quello dell'entusiasmo :-)

saretta, dai vieni, io sono incerta tra l'1 e il 2 maggio, che sono sabato e domenica, il sabato ci sono altre blogger che stanno organizzando... non siamo mai contenti, l'inverno non vediamo l'ora che finisca, la primavera ci sbarella, l'estate fa caldo... :-)

giulia, la prugna umeboshi è un'albicocca in realtà, molto usata in macrobiotica perchè ha proprietà curative, c'è sia in purea che intera nei negozi tipo naturasi ed ha sapore acido, utile da tenere sempre a portata di mano, digestiva, riequilibra in caso di eccessi, alcalinizza il sangue, antinausea, antiacido...

Scribacchini ha detto...

Alti e bassi inevitabili. Il blog lo inizi per un motivo, poi qualcosa finisce col portarti da un altra parte che magari non ti corrisponde appieno, poi cambi tu, poi i tuoi ritmi, poi... C'est la vie ;-)
Intanto, mentre il nostro blog sonnecchia, vado a fare provviste di Umeboshi, riso e nori mon mancano mai.
Ciao. Kat

stelladisale ha detto...

kat, è vero, e più i blog sono "anziani" più sonnecchiano ma diventano comunque un enorme archivio di bellissime ricette come il vostro... ah la ume la adoro quando mi fa passare l'acidità in questo periodo ce n'è bisogno :-)
baci

Isafragola ha detto...

Stella non smettere eh? Guai a te :-) A officinalia ci sono andata un po' di volte, ma negli ultimi anni non mi piaceva più molto, mi sembrava ci fosse un po' troppa fuffa. Però se vai fammi sapere che magari un salto lo faccio. Queste palline sono proprio carine, ho lì la nori da un po' che langue...

Sigrid ha detto...

Beh io non posso che applaudire a un ritorno così... nipponico :-))) (e poi famolo scoprire sto umeboshi in italia che è na rooooooba!! ;-))

stelladisale ha detto...

isa, ma no che non smetto, il primo maggio, sabato, ormai sembra deciso che ci sarò, fammi sapere :-)

sigrid, grazie! ma tu come fai a non stancarti mai? :-) le umeboshi ormai non potrei starne senza, sono il mio pronto soccorso...

Alessandra ha detto...

sappi stella di sale che proprio oggi ti ho messa tra i preferiti nel mio blog, che non è ancora operativo...lavori in corso. Sono di bergamo e, cercando notizie sulla mia (o x meglio dire, nostra) città, sono incappata piacevolmente nel tuo blog, che mi piace molto. Penso sia diritto di chiunque prendersi una pausa più o meno lunga dal proprio blog, del resto non è un lavoro "da cartellino", quindi è fisiologica la stanchezza....Se lo farai, ti terrò cmq fra i preferiti, non si sa mai che prima o poi non ti ritorni la voglia di scrivere e fotografare. Buona fortuna

stelladisale ha detto...

alessandra, grazie, si, un blog vero dovrebbe rispecchiarci e seguire i nostri ritmi, comunque non ho intenzione di fermarmi, solo mi stupivo di averlo un po' trascurato ultimamente...