venerdì 13 febbraio 2009

M'illumino di meno


Oggi è la giornata del risparmio energetico "M'illumino di meno 2009". L'idea è di Caterpillar, la trasmissione di radio2. "Perchè esiste un enorme gratuito e sotto utilizzato giacimento di energia pulita: il risparmio."
L'invito è quello di spegnere luci e dispositivi elettrici non indispensabili dalle ore 18.
La manifestazione internazionale nelle precedenti edizioni ha contagiato migliaia di persone e coinvolto tutte le più famose città d'europa, che si sono "illuminate di meno".
I blog di cucina come l'anno scorso danno il loro contributo con una raccolta di ricette a risparmio energetico.
Questa non è una vera e propria ricetta, e non so neppure se è poi molto a risparmio energetico visto che ci sono delle cose orientali, ma la cottura è sicuramente risparmiosa e ormai ci sono molte ditte italiane che producono cose macrobiotiche, e comunque è l'unica cosa che sono riuscita a produrre in questo periodo di alimentazione sana.
Sono germogli di azuki, ovviamente autoprodotti anche perchè provate voi a trovare qualcuno che li venda, con cavolfiore e salsina di humeboshi.
E' una cosa buonissima, soprattutto se la salsina la fate con il tahin, io non ce l'avevo e ho provato una variante agrodolce, buona lo stesso.
Ho messo sul fuoco una pentola per cuocere a vapore (io uso una normalissima pentola per la pasta di quelle con il cestello all'interno), ho messo dell'acqua, senza arrivare al cestello, ne basta poca, con semi di finocchio, anice, cumino e portato a ebollizione, nell'acqua ho buttato gli azuki germogliati, nel cestello ho messo il cavolfiore tagliato a cimette piccole, ho lasciato acceso pochi minuti e poi ho spento e lasciato riposare altri 5 minuti. A questo punto il cavolfiore è cotto se è tagliato piccolo, deve essere croccante, non molle, perlomeno a me il cavolfiore troppo cotto non piace (anzi diciamo la verità mi fa veramente schifo sia l'odore che il sapore), se sentite odore di cavolfiore vuole dire che è già troppo tardi.
L'acqua ovviamente mica si butta, si filtra e si beve, è buonissima, e si usa per la salsina.
La salsina agrodolce l'ho fatta con un cucchiaino di purea di prugna humeboshi, un cucchiaino di malto e mezzo cucchiaino di gomasio, e acqua fino ad avere la consistenza giusta, liquida, ho condito il cavolfiore, lasciato insaporire, impiattato, aggiunto gli azuki scolati, un filo d'olio d'oliva e una spolverata di sesamo tostato leggermente.
Una salsina buonissima, sempre con la prugna di humeboshi, è fatta con un cucchiaino di purea di humeboshi, uno di tahin (o anche due se la volete più dolce), e acqua fino ad avere la giusta consistenza cremosa. Buonissima anche sul cavolfiore crudo tagliato fine fine.

Gli azuki sono fagioli rossi, si trovano di due tipi, gli hokkaido (la stessa isola giapponese della zucca) e gli italiani, che costano un terzo degli hokkaido, ma sembra che gli hokkaido abbiano proprietà particolari proprio perchè provenienti da quel particolare posto. Comunque gli azuki fanno benissimo soprattutto ai reni, la loro acqua di cottura in particolare, ma come tutti i legumi contengono minerali e vitamine.
I germogli di azuki in particolare tendono a regolare il livello di insulina nel sangue, ad abbassare il livello del colesterolo dannoso LDL, sono ricchi di calcio, potassio, magnesio, ferro, zinco, selenio. Hanno vitamine A, gruppo B, C,E.
La prugna humeboshi è un'albicocca orientale che viene raccolta acerba e messa sotto sale con foglie di shiso per tre anni, ha la capacità di requilibrare l'alcalinità nel sangue, è disintossicante, depurativa, analgesica, antipiretica, rivitalizzante.
I semi di finocchio, anice e cumino oltre a dare un profumo particolare al cavolfiore sono molto utili per evitare gonfiori e meteorismo e aiutano la digestione.
Il sesamo contiene proteine di ottima qualità e grassi insaturi omega 6 e omega3, vitamine A, E, B6,tantissimo calcio ma anche zinco, selenio, fosforo, potassio e magnesio.

Per una cena più completa sempre a risparmio energetico, potremmo abbinare del pesce cucinato senza fuoco o quasi, per esempio questo (alici marinate) o questo (salmone in infusione, si può fare anche con il baccalà). Soprattutto se non fa freddo, e si sente già aria di primavera, come in questi giorni.

13 commenti:

marcella ha detto...

Bello!
io che ho sempre in casa tahin e purea di umeboshi e miso e shoyu... mai una volta che mi ricordi di fare queste salsine sulle verdure cotte a vapore!!!!
Hai qualche rimedio per la memoria corta? ;-)))
A parte questo, come si fanno i germogli di azuki?
No, perchè ho anche quelli in casa...

Fra ha detto...

Splendido piatto...sano e gustoso! Le prugne humeboshi non le ho mai provate ma mi hai davvero incuriosito...parte la spedizione al NAturasì ;D
Un bacio e buon fine settimana
fra

Lo ha detto...

buonissima ed energetica..ma di quella energia buona che muove la testa e il corpo...anche io oggi mi illumino di meno...senti ma non è che hai qualche informazione precisa su tamari? io non ne ho trovate molte ;) ma mi piace! ciaoooo

Saretta ha detto...

Stella sei fantastica!Hai creato un piatto equilibrato e ricchissimo di propietà!I germogli di azuki li farò aanch'io, visto che ho un bel sacchetto di fagioli a casa, quanto impiegano a germogliare?
Davvero brava.
Bacione

Cobrizoperla ha detto...

Stella, che voglia! ho il germogliatore (nuovo di zecca) lì che mi aspetta da una vita. mi ripropongo sempre di provarci e invece poi ci sono sempre mille altre storie. l'ultima ad esempio il vestito di carnevale per il "microbo"....

stelladisale ha detto...

marcella, ah ecco un'altra cosa che abbiamo tutte e due, la memoria corta :-) ma solo per le cose futili... i germogli di azuki si fanno come tutti gli altri germogli, li lasci a mollo una notte, anche di più, poi li metti o nel germogliatore, o in un sacchetto di tela o su uno strofinaccio su un piatto, li tieni bagnati e coperti e in alcuni giorni sono germogliati,
ciao baci

fra, io uso la purea ogni tanto, fanno molto bene, baci buon we

lo, io il tamari o il soyu li uso da anni, mi piace molto al posto del sale, informazioni precise in che senso? la cosa importante è prendere quelli biologici naturali e non quelli dei negozietti asiatici o delle multinazionali etniche dei super, credo ci siano delle differenze nel processo di lavorazione...

saretta, grazie, alcuni giorni, bacioni buon we

cobrizoperla, ce l'ho anche io il germogliatore non lo uso mai, mi trovo meglio col sacchetto o lo strofinaccio,
buon carnevale :-)

Nirvana77 ha detto...

Cara la mia guru,
sei sempre mitica :o)
Io al super ho trovato gli azuki verdi...buonissimi ...ma vanno bene lo stesso?? Proverò a farli germogliare ma...se uso lo strofinaccio li metto sopra o sotto (e so' probblemi, sì!).

Un bacione

Fedra

ps stamattina a Milano la circolazione dei tram è stata rallentata (per usare un eufemismo) per problemi di corrente.. Dici che stavano aderendo al M'illlumino di meno??? (Magari fosse!!!)

stelladisale ha detto...

fedra, io credo che gli azuki verdi, la soia verde e i fagioli mungo siano più o meno la stessa cosa, comunque i germogli li ho fatti un paio di settimane fa, buonissimi anche loro, li metti in mezzo, cioè metti lo strofinaccio bagnato su un piatto grande, spargi i semi (lasciati in ammollo per una notte) copri con l'altra metà dello strofinaccio e poi un paio di volte al giorno li bagni
bacioni buon we :-)

Nirvana77 ha detto...

Domani provo!!!!
Buon we!!!

Besos

Fedra

marcella ha detto...

Grazie! Li proverò al più presto, anche perchè, dopo un'incursione al naturasì, ho comperato anche una bustina di semi di crescione da far germogliare!
Odor di primavera, mi butto sui germogli!

LaGolosastra ha detto...

Stella, ci credi che ho fatto un overdose anni fa di cucina orientale e ora, complice anche il fatto che i miei vicini di casa, dello Sri Lanka, cucinano ad ogni ora del giorno e della notte, non mi attira neppure lontanamente?
Chissà se in futuro riuscirò a riavvicinarmi...

Geillis ha detto...

ho scoperto di avere un negozio naturasì a pochi minuti da casa mia, sicuramente andrò a vedere se hanno dei semi particolari, mi hai veramente incuriosito: ho appena fatto i germogli di lenticchie, ma ancora li devo mangiare!

La cuoca Pasticciona ha detto...

Cavoli e io pensavo che in caso non ci sarì riuscita a fare germogliare niente e mi servisse il gemogliatore... ah ah ah adesso non mi ferma nessuno.. la tua ricetta devo provarla presto.. :) bacio