lunedì 13 luglio 2009

Oggi sciopero, la pausa nella pausa

Domani è il 14 luglio e c'è lo "sciopero dei blog".
Tra virgolette, perchè è fin da subito stato ovvio che non sarebbe stato un vero e proprio sciopero. Che senso ha non scrivere nel blog per un giorno quando molti blogger non scrivono giornalmente nei blog e la cosa rischia di non essere nemmeno notata? Oltretutto questo blog è in pausa causa problemi tecnici e una pausa nella pausa non ha senso.
Comunque domani è un giorno di protesta, in cui i blogger dovrebbero (lo spero) far sentire all'unisono ma ognuno a modo suo il loro dissenso ad una legge che cerca di intimidire il blogger equiparandolo ad un giornalista, con un assurdo obbligo alla rettifica entro le 48 ore, per esempio.
Si potrebbe obiettare che è giusto che chiunque si assuma la responsabilità di quello che scrive, ed io sono daccordo, ma il punto non è questo. Noi tutti siamo già adesso responsabili di quello che diciamo e scriviamo, esistono già leggi al riguardo. Il messaggio di questo ddl è chiaramente intimidatorio, si ha paura della libertà della rete. Invece di sentirla come un'espressione della società civile si cerca di toglierle una spontaneità che spaventa.
So che anche tra noi c'è chi pensa che la rete sia in fondo troppo libera, una sorta di far west senza regole, io stessa trovo che si dovrebbe stare più attenti a quello che si scrive, documentarsi, pensare sempre che un blog non è un diario privato ma un diario pubblico. Ma mai come in questi giorni senza internet mi sono resa conto di quanto la rete sia diventata importante per l'informazione, di quanto limitata sia l'informazione televisiva, di quanto importanti sono ormai i giornali on-line e di quanto più ignoranti saremmo senza i blog, che proprio perchè più liberi ci danno un quadro più ampio della situazione.
L'ampiezza non ci deve fare paura, dobbiamo solo ricordarci sempre e comunque di esercitare il nostro senso critico, mettere in discussione ogni riga, cercare il senso meno visibile.
Non è l'ampiezza, la pluralità, la contradditorietà dell'enorme mole di informazioni che ci deve far paura, si chiama libertà, non c'è altra via per tentare di avvicinarsi alla verità.
L'unico freno che possiamo accettare, da persone libere in un paese libero, è quello della nostra coscienza.


Informazioni sullo sciopero qui.

9 commenti:

CorradoT ha detto...

Sono d'accordo con te sulla modalita' di sciopero, sarebbe stato meglio una partecipazione attiva piuttosto che un'astensione.
Mi spiego: il 14/07 tutti dovrebbero pubblicare un post di protesta contro quella parte del DDL Alfano che e' contro i bloggers. E contemporaneamente spedire una e-mail all'indirizzo del ministero di Alfano, con un testo del tipo "Sono stufo e tutto questo non lo sopportero' piu'" (ricordi quel film?).
Certo che se questa forma di protesta la faccio solo io, ci perdo solo del tempo. Bah.

Saretta ha detto...

Dici bene Stella, sottoscrivo!
Bacione

Nirvana77 ha detto...

Grande! La penso esattamente come te! non scrivo sul mio blog da un sacco, quindi domani il mio sciopero sarà solo molto simbolico...ma non bisogna farsi ingabbiare. Da quando l'ho scoperta ormai 14 anni fa, ho sempre considerato la Rete una forma molto alta di democrazia. Ognuno è libero di esprimersi coem vuole, a prescindere dal fatto che sia bello, brutto, donna, uomo, abile o disabile, ricco o povero. Anche chi ha scarse risorse materiali la Rete offre un sacco di opportunità... oggi più di ieri e meno di domani, spero.

un abbraccio

Fedra

Mimmi ha detto...

Come se non ci fossero abbastanza problemi di cui occuparsi.
Come al solito, questa é la sicura reazione a qualcuno che ha pestato i piedi (a torto o a ragione, non é il punto) a qualcun'altro e per colpa di costui, pagano pure quelli che in tutta questa vicenda non hanno niente a che vedere.
Bah, speriamo bene!
Buona pausa nella pausa, Mik

vaniglia ha detto...

grazie, non ne sapevo nulla!

Baol ha detto...

Tanto per sapere...ma a Bergamo fa caldo?

Cipolla ha detto...

cara amica blogger, volevo segnalarti che molto probabilmente le tue ricette vengono "plagiate" da un sito indegno di avere questo nome.

quando hai un attimo passa da me a leggere cosa succede!

spighetta ha detto...

Ciao! Ti segnalo che in questo sito (http://www.myblogjournal.com/it/Cucina/all/month/channels/19/14/entries) hanno copiato il tuo post (non so se legittimamente o meno).
Spero che la segnalazione sia gradita.
Un saluto a preso.

manu e silvia ha detto...

Ciao, abbiamo lanciato una nuova raccolta, ma fresca fresca di stagione.
Sappiamo che tu puoi già partecipare e volevamo invitarti a farlo.
Ci contiamo, un bacione.