venerdì 19 marzo 2010

La cosa giusta

Oggi è il 19 marzo, festa del papà direte voi, san giuseppe direte voi. Si ma è anche l'anniversario di questo omicidio. Ed io che non ho niente da postare stavo giusto pensando di fare un post su "fa la cosa giusta", che c'entra, direte voi, c'entra, e a me piacciono le cose tutte collegate insieme, anche a rischio di fare un post incasinato, e mi piacciono i segnali che la giornata mi manda, le associazioni (in tutti i sensi), e oggi trovo nei blog questo anniversario, poi entro nel sito e c'è libera, libera che era anche a "fa la cosa giusta", Libera - associazioni nomi e numeri - contro le mafie, e nel caso vi fosse sfuggito domani, 20 marzo 2010, a Milano si celebra la XV giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie, che in realtà sarebbe il 21, primo giorno di primavera.

Dicevo che sono andata a "fa la cosa giusta" quest'anno, e un po' mi è spiaciuto vedere che nessun food blogger ne ha parlato. E' una interessantissima fiera che vi consiglio per l'anno prossimo, dove tutto è equosolidale-ecologico-biologico-ricicloso-eticamentepensato e dove c'è di tutto, dai vestiti le scarpe le borse alle associazioni di volontariato, dai viaggi alle assicurazioni alla banca (etica ovviamente), dai detersivi ecologici ai libri, dai pannelli solari ai pannolini lavabili e poi ovviamente c'è tutto il settore mangereccio, bio soprattutto, da tutt'italia. E' il posto dove trovare tutto quello che non si trova facilmente, e a prezzi convenienti, insomma segnamocelo per l'anno prossimo. Magari ci vediamo anche, c'è anche il ristorante.

Io in realtà non ho comprato molte cose.

Apro una parentesi, chi mi conosce lo sa, non mangio mai cioccolato, non solo perchè sono un pochino macrobiotica/vegana ma anche perchè non mi piace, da circa una decina d'anni mi nausea, soprattutto quello al latte o con cremine sdolcevoli. Ecco è andata a finire che ho trovato del cioccolato che mi piace, proprio adesso che vorrei stare a dieta che è primavera, lo sapevo che sarebbe andata a finire così quando avrei assaggiato quello modicano! :-)
Perchè è l'unico fatto solo con cacao e zucchero di canna, senza lecitina, senza burro di cacao, senza latte, buonissimo! Friabilissimo e non duro come il fondente.
L'ho comprato di questa azienda qui, Laboratorio Dolciario Artigianale Don Giuseppe Puglisi, che già il nome è un programma, una casa d'accoglienza e un laboratorio che utilizza solo materie prime equosolidali.

Poi ho anche comprato del formaggio buonissimissimo, di capra, questo. E dei saponi, delle gallette di mais, una crema per il viso, i peperoni cruschi della basilicata (assolutamente da provare, buonissimi), quell'affarino magico per depilarsi che sembra una cartina abrasiva, anzi è una cartina abrasiva, e funziona benissimo e fa sentire cretine tutte quelle che hanno speso un sacco di soldi a farsi torturare per anni dalle estetiste, e m'è anche venuta voglia di salumi da maiali felici, e mi sono entusiasmata per queste cose qui o queste, e ho preso un po' di depliant.

Poi a casa mi sono messa a guardare tutti i siti del catalogo, i siti internet, e ti cadono le braccia e ti viene uno scoramento.... almeno metà non si aprono o non funzionano o sono bruttini o non danno informazioni basilari, insomma signori svegliatevi, anche voi etici-solidali-ecologici-riciclosi, anzi soprattutto voi, che degli altri chissenefrega, lo so che non passerete mai di qua perchè i blog magari neppure sapete cosa sono, ma svegliatevi, è internet il mezzo giusto ormai! non avete visto cosa riescono a fare i blogger quando si uniscono per "fare la cosa giusta"?

25 commenti:

Saretta ha detto...

Eccola qui la Stellina, mi pareva strano non postassi in merito..Io purtroppo no ho potuto esserci perchè ero via ma il porssimo anno mi piacerebbe davvero parteciparvi!
hehe il cioccolato modicano è buonissimo, anche perchè lo puoi usare per fare un'ottima cioccolata in tazza.Da provare quello al sale.Io ne comprai di vari guri quando andai a Modica, alla pasticceria Bonajuto, c'è il sito.
Ora vado a sbirciare i siti che suggerisci.
Bacione e buon we

stelladisale ha detto...

saretta, è la prima volta che ci vado, l'anno scorso l'avevo visto in un paio di blog e quest'anno mi stava sfuggendo, poi l'ho visto il venerdì sera al tg3 e sabato mattina ho fatto un salto, un giro veloce ma mi è piaciuto molto, e i peperoni cruschi li hai mai mangiati? uno non si aspetta che siano così, leggerissimi...
buon we :-)

BreadandBreakfast ha detto...

ciao! io ci sono stata come volontaria, è stata una bellissima esperienza, ne ho parlato un pochino qui http://mylifelovefood.blogspot.com/2010/03/il-pranzo-della-domenica-lasagne-con.html
comunque sono d'accordo con te, si potrebbe parlarne di più, è stato un evento di una certa importanza. il fatto è che molti dei temi trattati interessano solo marginalmente chi parla di cibo...peccato, perchè forse meriterebbe lo stesso spazio che ha avuto tra i foodblogger identità golose.
quanto al cioccolato modicano ho la fortuna di avere a padova un vecchio baretto (non gli daresti due soldi) che lo vende, è davvero ottimo, una chicca!! :D
per non parlare delle composte di frutta, le marmellate e i sughi di verdure biologici (la mia passione!!!), peccato aver avuto poco spazio nel miniminitrolley...:(

valeria

ZIZI (simoff) ha detto...

ciao stella, la tua idea per l'anno prossimo di organizzare un incontro tra amiche del web mi pare proprio carina...Due anni fa facemmo la stessa cosa tra amici virtuali di anobii e ci incontrammo alla fiera del libro di Torino....
grazie per il tuo ricordo a don giuseppe diana, e per averci fatto partecipe di tutte le tue GIUSTE scoperte!

stelladisale ha detto...

valeria, ciao, il tuo post mi era sfuggito, si effettivamente non tutti i foodblogger sono interessati all'ecologico biologico eccetera ma molti si, e queste manifestazioni sono un'occasione per conoscere anche cose nuove o per cambiare idea, identità golose è una cosa totalmente diversa, non ci sono stata ma credo sia nel suo genere una gran bella manifestazione, e in un certo senso più in linea col gusto degli appassionati di cucina, ma sono anche stati gli organizzatori a coinvolgerli i blogger di cucina, soprattutto quest'anno ;-)

zizi, grazie a te :-), si possono anche essere occasioni per incontrarsi

BreadandBreakfast ha detto...

@stelladisale: hai più che ragione, volevo solo dire che essendo Fa'la cosa giusta una manifestazione che tocca tanti ambiti (moda, teatro off ecc..), molti non collegati col cibo, capisco che alcuni possano non essere interessati tanto quanto altre manifestazioni, come identità golose (mi è venuta in mente così, solo perché è stata poco tempo fa sempre a Milano); poi certo, sono cose diversissime, e anche quest'ultima dev'essere stata meravigliosa. aaaaaaah è vero, gli inviti (cavolo che scema! ihihi). beh, speriamo di riuscire ad essere un bel gruppetto per il prossimo anno! :D

stelladisale ha detto...

si, a volte è anche questione di promozione, comunque è stato un successone no? e vedo sempre più interesse per tutto il settore, comprende talmente tante cose che non è neppure un settore vero e proprio...
bacioni :-)

Daphne ha detto...

Ciao Stella :)
Pensa che io questa fiera lho scoperta in ritardo e non ci sono andata :((
Eppure tempo prima avevo anche notato quei manifesti colorati che "tappezzavano" diversi angoli della città, si vede che non li ho letti attentamente O_o
Una cosa molto interessante che leggo nel post è la scoperta di questo cioccolato fantastico!
Stai a vedere che magari posso mangiarlo anch'io visto che sembra così "naturale", magari è pure senza nickel!Già che non contiene lecitina è un passone avanti! Mo mi guardo il link ^_^
Prossimo anno non me la lascio scappare :)
'nnaggia O_o
Baci!

ALCHEMILLA ha detto...

Io l'ho adorata e ci sono stata due volte una da sola per gustarmela bene e il giorno seguente con le mie figlie per fare respirare anche a loro un po' di cose giuste....
Se vuoi ne ho parlato tanto nel mio blog.
Ciao!

stelladisale ha detto...

daphne, e anche a me stava sfuggendo, per questo mi sarebbe piaciuto vederla più pubblicizzata anche nei blog... il cioccolato di modica ha due ingredienti, pasta di cacao e zucchero di canna, stop, poi dipende dal gusto che scegli, ci sono varie aggiunte come aromi, pistacchi mandorle arancia vaniglia moscato... questa azienda usa tutti prodotti da commercio equosolidale :-)

alchemilla ho visto adesso i tuoi post, si, bellissima, anzi avrei dovuto guardarla più con calma ma ero fusa...

marcella ha detto...

Ecco, io alla fiera non sono mai stata, ma sarebbe interessante andarci, magari l'anno prossimo organizziamo un tour!
Per quanto riguarda il cioccolato, io il modicano non l'ho mai assaggiato, ma ce ne sono altri altrettanto buoni. Ti segnalo innanzi tutto il Domori, che non è bio, ma, a mio parere, il miglior cioccolato venduto finora sul mercato italiano. Poi il bio dell'esselunga e anche quello del commercio equo e solidale non sono male e sono privi di lecitina!

stelladisale ha detto...

marcella, ciao, buona domenica :-)
ecco vorrei evitare di "rieducarmi al cioccolato" :-) lo so che ce n'è di qualità, ma a me non piace proprio in generale, neppure il fondente, quello di modica è unico nel suo genere, se lo provi capisci, non è amaro come il fondente ed ha una friabilità particolare, infatti a molti amanti del cioccolato non piace, per dire, poi vabeh pure lì c'è lo zucchero che io normalmente evito... alla fiera l'anno prossimo bisogna andarci assolutamente :-)

Elisa ha detto...

ciao a tutte! ho appena scoperto il tuo blog,pieno di stimoli interessanti, grazie....mi sveli cos'è "quell'affarino magico per depilarsi che sembra una cartina abrasiva, anzi è una cartina abrasiva, e funziona benissimo e fa sentire cretine tutte quelle che hanno speso un sacco di soldi a farsi torturare per anni dalle estetiste"...sono molto curiosa visto che sono una che si fa toruturare dalle estetiste...

Serendipity ha detto...

Ciao..io ho solo segnalato l'evento con un post ma non ho ancora avuto il tempo di parlarne...ho una borsa piena di depliant/cataloghi/volantini/appunti vari ancora da guardare!!!
ne avevo già sentito parlare ma non avevo mai avuto l'occasione di andarci...ma quest'anno non me la sono persa e sono tornata a casa davvero soddisfatta! anche le conferenze erano davvero interessanti!

stelladisale ha detto...

elisa, ciao, la cartina credo si trovi anche nei supermercati, praticamente spezza i peli strofinando, ovviamente non li strappa, solo li spezza, per questo non ha tutti gli inconvenienti delle cerette, i peli incarniti per esempio, e non puzza e irrita come le creme depilatorie, rispetto al rasoio è più comoda e lascia la pelle morbidissima, perchè fa anche da scrub, ma praticamente è come usare un rasoio nel senso che la devi passare spesso, i peli ricrescono... se uno è proprio affezionato alla ceretta allora è meglio la ceretta di zucchero che ho fatto quest'estate, c'è anche la ricetta nel blog

serendipity, ciao, sono contenta che anche tu ci sia andata e che ti sia piaciuta :-)

lise.charmel ha detto...

io ci vado tutti gli anni, la adoro. non ne ho parlato sul blog perché purtroppo è capitata in una settimana in cui non mi sentivo di scrivere di nulla :(
ho cercato di non prendere troppa roba perché ero in treno, ma anch'io ho preso dei salumi di maiali felici, un pane al mais buonissimo, un paio di libri (ecco cosa pesava nella borsa :)) e volevo prendere anche il cioccolato, c'era un banco con delle praline strepitose, ma mi sono trattenuta. poi ho preso dei depliant, in particolare ho scoperto che c'è un orto biologico al paolo pini, pensa che io ci passo davanti tutti i giorni per andare al lavoro e non lo sapevo, fanno anche le visite guidate, dev'essere un posto bellissimo, a breve andrò a rifornirmi di piantine aromatiche
bella l'idea di andarci insieme tutte il prossimo anno: un blograduno "giusto"!

marcella ha detto...

Eh, eh, Stellina, sapevo che non volevi "rieducarti" al cioccolato!!!
Ti ho messo le informazioni per farti cadere in tentazione!!!:-D
Se trovo il cioccolato di modica, sicuramente lo assaggerò.
Anch'io mi sono disintossicata dallo zucchero, e devo confessarti che sto decisamente meglio!

Giò ha detto...

me lo sono proprio persa!mi sarebbe interessato davvero molto. se può interessare il cioccolato modicano si trova nei negozi commercio equo e solidale (altromercato, quello al peperoncino è favoloso, una vera droga!

stelladisale ha detto...

giò grazie, se vado in astinenza vado a cercare un negozio altro mercato :-)
marcella, allora mi sa che è quello che dici tu senza lecitina...

Isafragola ha detto...

Ciao Stella,
peccato non aver saputo che c'eri. Con marito e pupo ci siamo andati sabato nel pomeriggio e abbiamo mangiato al muscolo di grano. Anche per me era la prima volta e mi sono piaciute diverse cose. Il formaggio di cui parli, confermo, era ottimo e idem per i peperoni snack. E sulla cooperativa del carcere ho perso gli occhi per la loro cucina giocattolo in legno. Tempo per postare non ne ho avuto, ma mi unisco a te nel dire che vale la pena segnarselo e farci un giro.

stelladisale ha detto...

isa, l'anno prossimo spero di accorgermi prima che c'è, io sono stata solo un paio d'ore la mattina, dalle 10 alle 12 più o meno, il muscolo di grano mi sono pentita di non averlo comprato...

ciciuzza ha detto...

Stella, anche se non sono una "commentona" vuoi per mancanza di tempo vuoi perché quando lascio un commento vorrei sempre dire qualcosa di intelligente e non sempre è possibile, stavolta non posso esimermi da ringraziarti per i tuoi post. sempre ricchi di riferimenti per me strabilianti.
grazie ancora.

sara b ha detto...

che buono il cioccolato modicanoooo :)
quanto a "fa' la cosa giusta" mannaggia a me, non ne sapevo niente :-(((((((((((

Isafragola ha detto...

Il muscolo di grano non è che mi esalti, a dirti la verità. Nel senso che è come un seitan, alla fine. D'accordo che non è una botta di glutine, ma mi sembra comunque molto lavorato e non so se a livello nutrizionale è valido. A onor del vero però non hp approfondito molto quindi posso sbagliare. Invece mi è piaciuto molto il tofu di canapa che appena posso vado a cercare in qualche negozio di Milano.

stelladisale ha detto...

ciciuzza, grazie :-) anche io ultimamente commento poco in giro...

sara, l'anno prossimo devo accorgermene un po' prima e segnalarlo per tempo...

isa, io credo sia una roba sana, un po' lavorata si, ma c'è acqua, farina di frumento e legumi, olio e spezie, poi tutto un lavoro di stagionatura per farlo somigliare alla carne, il tofu di canapa non l'ho mai assaggiato...